• 23 Aprile 2024
  •  

“Notte di Musica e di Stelle” a Ozieri con il quartetto Maltana, Mangiaracina, Brancato e Zappareddu

Quartetto Maltana Mangiaracina Brancato Zappareddu

OZIERI. Sarà il piazzale della chiesa del Carmelo giovedì 10 agosto a fare da cornice alla quarta edizione di “Notte di Musica e di Stelle”, ultimo appuntamento della rassegna “Non solo classica”. A partire dalle ore 21 si esibirà in concerto quartetto composto da Sade Mangiaracina (pianoforte), Francesco Brancato (batteria), Salvatore Maltana (basso) e Marcello Zappareddu (chitarra). Durante la serata sarà proposto un repertorio di brani originali, scritti ed arrangiati dagli stessi artisti, con tanti e svariati riferimenti musicali, da Metheny a Scofield, dal jazz agli echi mediterranei e sudamericani in un melting pot di suoni tra l’acustico e l’elettrico. Il quartetto porterà poi questo lavoro in studio di registrazione.

La manifestazione “Non solo classica” è promossa nell’ambito del Festival del Mediterraneo dall’associazione Arte in Musica con la scuola sovracomunale di musica del Monte Acuto, l’assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri e l’Istituzione San Michele. L’ingresso è gratuito.

Gli artisti

Il 51enne contrabbassista e compositore algherese Salvatore Maltana è uno dei nomi di primo piano del jazz isolano e non solo. Nato in una famiglia di musicisti inizia a suonare a 7 anni. Direttore artistico dei Seminari jazz di Nuoro dal 2020, vanta un ampio bagaglio di collaborazioni con diversi musicisti di fama, tra cui Enrico Rava, Peter Bernstein, Roberto Gatto, Paolo Fresu, Flavio Boltro, Django Bates, Daniele di Bonaventura, Dino Saluzzi, Pierre Favre, David Linx. Ed ancora, con la cantante Franca Masu, con il Mudras Quartet, Enzo Favata, Gavino Murgia, Elias Lapia, Claudi Gabriel Sanna e Raimondo Dore.

Sade Mangiaracina, 37 anni di Castelvetrano (TP), è uno dei nuovi nomi femminili emergenti nel mondo del Jazz. A dare impulso a suo crescente successo il suggerimento di Paolo Fresu ad Ornella Vanoni, che l’ha voluta accanto a sé nella produzione dello spettacolo “Le donne e la musica”, ospitato nei maggiori teatri italiani nella stagione autunno-inverno 2022/2023

Francesco Brancato, 32 anni, batterista, percussionista e musicista poliedrico di Moncalieri (TO), si avvicina allo studio della batteria all’età di 8 anni. A 15 anni inizia a studiare la musica jazz con i Maestri Marco Puxeddu e Saverio Miele e si avvicina allo studio delle tastiere a percussione con Alberto Bosio. Dal 2014 è parte del Melodrum Trio, formazione di jazz contemporaneo insieme al pianista Salvatore Spano e al contrabbassista Salvatore Maltana.

Classe 1969, l’ozierese Marcello Zappareddu inizia a suonare la chitarra a 8 anni come autodidatta. A 15 studia chitarra classica nella scuola Per Elisa di Ozieri con il maestro Roberto Masala. Entrato in conservatorio a 18 anni prosegue gli studi della musica classica per frequentare poi seminari di musica moderna a Ozieri sotto la guida dei maestri Umberto Fiorentino, Massimo Moriconi, Tore Corazza e Danilo Rea. Appassionatosi al jazz abbandona l’isola per andare a studiare al CPM di Siena. Nel 1999 si diploma a Roma in chitarra e teoria moderna e jazz all’Università della musica, esibendosi durante il periodo degli studi in diversi locali e festival in giro per l’Italia. Nel 2001 è finalista a Monteroduni (Isernia) all’Eddie Lang nel concorso per giovani chitarristi Jazz. Partecipa a numerosi corsi di perfezionamento, master e seminari con artisti di fama internazionale. Attualmente è docente della Scuola Sovracomunale di Musica del Monte Acuto.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Non solo classica 1

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.