• 26 Febbraio 2024
  •  

Ozieri, al via la stagione di prosa e danza al teatro “Fallaci”

Teatro civico Prosa Ozieri
Il primo appuntamento domenica 21 gennaio con “Smanie per la villeggiatura” di Carlo Goldoni.

OZIERI | gennaio 2024. Torna anche quest’anno nel teatro civico Oriana Fallaci di Ozieri la stagione di prosa e danza del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna CeDac, che prenderà il via il 21 gennaio e sino ad aprile porterà sul palco ozierese artisti del calibro di Gianmarco Tognazzi, in scena con Renato Marchetti e Fausto Sciarappa ne “L’onesto fantasma” di Edoardo Erba; Cinzia Spanò, affermata attrice di teatro, conduttrice radiotelevisiva e attivista (vincitrice del Premio Hystrio e più volte finalista al Premio Ubu) con “Palma Bucarelli e l’altra Resistenza”; e un’icona della cultura transgender come Eva Robin’s, protagonista con Beatrice Vecchione e Matilde Vigna de “Le serve”, capolavoro di Jean Genet, per la regia di Veronica Cruciani.

In programma ci sono anche i lavori dell’attore e regista algherese Stefano Artissunch, che porta in scena le “Smanie per la villeggiatura” di Carlo Goldoni (con Stefano De Bernardin, Laura Graziosi, Stefano Tosoni e Lorenzo Artissunch) e la potente ricostruzione della cronaca del più grave disastro della Marina Mercantile Italiana nel dopoguerra “M/T Moby Prince 3.0” di Francesco Gerardi e Marta Pettinari, con Lorenzo Satta e Alessio Zirulia per la regia di Federico Orsetti. Spazio alla danza contemporanea con “IMA”, una coreografia di Sofia Nappi (produzione Sosta Palmizi – Komoco/Sofia Nappi) interpretata da Lara di Nallo, Valentin Durand, Evelien Jansen, Paolo Piancastelli e Gonçalo Reis che indaga sulle percezioni e sulle relazioni, sull’isolamento (nel tempo sospeso del lockdown) e sulla ricerca di nuove connessioni, in una realtà in continuo divenire.

OZIERI M 1 ezgif.com optimize

Un cartellone pensato per attrarre varie fasce di pubblico, dagli amanti della prosa agli appassionati d’arte e di storia, oltre ai cultori della nuova danza, con una particolare attenzione verso le giovani generazioni. Ci saranno infatti speciali programmazioni en matinée per le scuole, sempre nel teatro civico Oriana Fallaci. Il programma completo si trova su www.cedacsardegna.it

«Il Comune di Ozieri aderisce da oltre trent’anni al circuito organizzato da CeDAC: un cartellone importante che ha sempre coinvolto gli ozieresi ma anche tanti abitanti dei centri limitrofi – sottolinea Alessandro Tedde, assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Ozieri –. Anche quest’anno, oltre al consueto programma in serale di prosa e danza, ci sarà una proposta in matinée dedicata esclusivamente ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado. Inoltre ricordiamo che grazie a un finanziamento regionale di 300mila euro nel 2024 riusciremo a risolvere importanti problemi di manutenzione legati all’impiantistica del teatro civico Oriana Fallaci».

La campagna abbonamenti è già iniziata, coinvolgendo in primo luogo gli abbonati di lunga data, e prosegue dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 nella sede dell’Istituzione San Michele, al piano terra del centro culturale San Francesco. Prima di ogni spettacolo sarà inoltre aperto il botteghino del teatro (via Sebastiano Satta).

I costi degli abbonamenti sono intero 60 euro, ridotto 50 euro; il singolo biglietto ha un costo di 14 euro intero e 11 euro ridotto. Gli acquisti possono essere effettuati anche online sul sito www.vivaticket.com

Per informazioni e prenotazioni si può chiamare il numero 340 2566485 o inviare una e-mail a ozieri.teatrofallaci@cedacsardegna.it.

Il primo appuntamento è per domenica 21 gennaio con “Smanie per la villeggiatura” di Carlo Goldoni nella mise en scène di Stefano Artissunch, che ne è anche interprete insieme con Stefano Tosoni, Laura Graziosi, Stefano De Bernardin e Lorenzo Artissunch (produzione Danila Celani per Synergie Arte Teatro). Il filo conduttore sono i preparativi per le vacanze in campagna di due famiglie, tra intrighi sentimentali e il desiderio di far bella figura sperperando denaro. I protagonisti sono Leonardo, innamorato di Giacinta, che quando apprende che Filippo, padre della ragazza, ha invitato sulla sua  carrozza un altro pretendente, tormentato dalla gelosia decide di rimandare la partenza, gettando nella disperazione la propria sorella Vittoria.

«Le “Smanie” è un meccanismo drammaturgico praticamente perfetto» – sottolinea il regista Stefano Artissunch – «al centro della commedia il tema dell’apparire e la nevrosi consumistica-affannosa della borghesia che si cimenta in sciali superiori alle sue possibilità. Un testo intelligente che vuole essere una riflessione ed una critica alla società borghese del tempo, ma che mostra la sua modernità. rivelando l’ipocrisia ed il senso di vuoto di una società che perde la propria identità ed i propri valori dietro al nulla».

La Grande Prosa e Danza nel Teatro Civico Oriana Fallaci di Ozieri è organizzata dal CeDAC / Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna – direzione artistica di Valeria Ciabattoni – con il patrocinio e il sostegno del Comune di Ozieri, della Regione Sardegna e del Ministero della Cultura e il contributo della Fondazione di Sardegna.

A.C.

Teatro civico SMANIE Ozieri

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.