• 6 Giugno 2023
  •  

Ozieri, avviato il progetto “A Bentulare siat” promosso dall’Istituto comprensivo

Scuola elementare Ozieri
Coinvolti più di 560 i bambini dei comuni di Ozieri, Mores, Tula, Pattada, Buddusò e Alà dei Sardi.

OZIERI. L’Istituto Comprensivo di Ozieri, diretto da Paolo Carta, con il prezioso contributo della docente Caterina Satta, la collaborazione dell’Istituto Comprensivo di Buddusò, guidato da Andrea Nieddu, e in cooperazione con l’Associazione culturale bolognese Carta Bianca APS, ha promosso, avviato e organizzato il progetto “A Bentulare siat“. L’iniziativa, finanziata dal Ministero della Cultura e dell’Istruzione, è partita lo scorso mese di febbraio e vede coinvolti gli studenti delle scuole elementari del territorio in un percorso focalizzato sulla sensibilizzazione ed educazione all’immagine, e per le classi quarte e quinte anche sulla realizzazione di un documentario incentrato sulla filiera del grano. Cinema e tradizioni agricole si uniranno dunque per un’idea interessante e sicuramente coinvolgente.

Come recuperare le antiche tradizioni della terra che sempre più si stanno perdendo? Come trasmettere alle nuove generazioni, in chiave moderna, tutti gli antichi mestieri e conoscenze, così importanti e necessari, della cultura contadina? Come indirizzare le nuove generazioni allo studio delle moderne tecniche di coltivazione, per riappropriarsi e valorizzare le risorse del proprio territorio, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie? Sono alcune delle domande a cui cercherà di rispondere il progetto. 

Muscas 3

Durante il corso, gli studenti, sotto la guida dei docenti responsabili Agostino Saba e Rita Murgia, nonché degli operatori di educazione visiva di Carta Bianca APS, impareranno cosa significhi effettivamente “Bentulare” (Ventilare. Bentulare su trigu. Ventilare il grano), attraverso un mezzo accattivante ed educativo come il cinema.

Fino al prossimo mese di ottobre più di 560 i bambini dei comuni di Ozieri, Mores, Tula, Pattada, Buddusò e Alà dei Sardi saranno accompagnati in un percorso formativo condotto da esperti che si concentrerà, come detto, sulla storia del cinema, sul linguaggio cinematografico e sul funzionamento della filiera del grano, dalla trasformazione del prodotto in farina al pane.

Il tutto si concentrerà in un mese di lezioni, suddivise tra febbraio, marzo, aprile e ottobre. ​​Dopo la fase di presentazione in aula tenuta da 6 all’11 febbraio, saranno avviate le lezioni teoriche online durante il corrente mese di marzo. Dal 12 al 18 aprile le classi dalla prima alla terza seguiranno invece un corso di educazione all’immagine nel CineTeatro di Ozieri “O. Fallaci” e saranno ispirate ad approfondire e riflettere sul linguaggio audiovisivo dell’attore, autore teatrale e cinematografico Daniele Monachella dell’associazione Boghes, con al suo attivo numerosi progetti di rilevante rilevanza nazionale.

Per gli studenti delle classi quarte e quinte è previsto un laboratorio audiovisivo sulla realizzazione di un documentario per raccontare la filiera del grano, e una visita guidata da esperti del settore, in una moderna azienda dell’Oristanese e per toccare con mano e conoscere i nuovi metodi di coltivazione e lavorazione. Gli alunni della quarta elementare, nel frattempo passati alla quinta, nell’ottobre 2023 andranno inoltre sul campo ad assistere alla semina.

Tutte le fasi del progetto saranno oggetto di documentazione da parte del team organizzativo e andranno a comporre un prodotto finale che si concentrerà sia sull’attività didattica in classe sia sull’esperienza diretta dei bambini sul territorio.

I referenti dell’istituto che hanno ideato e presentato l’idea ai docenti degli Istituti e ai vari partner, saranno guidati da Marilisa Murgia, producer e responsabile scientifico del progetto, Giulio Filippo Giunti, regista e autore, Gabriele Murgia, film-maker, Domenico Parrino, montatore e Luca Corraini, social media manager dell’associazione Carta Bianca, organizzazione con sede in provincia di Bologna, che opera dal 2010 proprio con l’intento di promuovere il territorio attraverso il mezzo cinematografico. Partner locali del progetto: Associazione Bòghes, Comune di Ozieri, Coldiretti Sardegna, Molino e Museo Galleu di Ozieri, Fattoria didattica Sa Tanca e Muros Rujos, Panificio Sanna e Panificio Canu di Ozieri, CineTeatro “Oriana Fallaci” di Ozieri, CineTeatro di Ittiri.

In copertina: la scuola elementare “Luigi Sotgia” di Ozieri

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it