• 22 Aprile 2024
  •  

Ozieri. Lezione per gli allievi dell’Ute nell’area archeologica di Santo Stefano

Altare Santo Stefano Oschiri

OZIERI | 22 febbraio 2024. Lezione itinerante domani per gli allievi dell’Università delle Tre Età “F.I. Mannu”. La prima tappa si svolgerà nell’area archeologica di Santo Stefano a Oschiri, dove si trova il misterioso altare rupestre. L’affioramento granitico lungo 12,20 m, costituito da 24 simboli geometrici, è un’imponente struttura nella quale sono state scolpite delle nicchie, in maggioranza triangolari e quadrangolari distribuite in sequenza, che ad oggi rimane non datata ma per la quale sono state portate avanti diverse teorie e che la guida spiegherà durante la visita.

Verranno visitate alcune Domus de Janas risalenti al neolitico recente (3800-2700 a.C. ca.). Durante la camminata sarà possibile osservare incisioni sulle rocce circostanti l’intero sito. L’area è caratterizzata anche dalla presenza di una necropoli ipogeica, dove si trovano cinque, forse sei domus de Janas datate al Neolitico (3500-2700 a.C.). Nel percorso si potrà visitare un dolmen, la cui erezione risale alla fine del neolitico recente e l’età del rame (3000-1800 a.C. ). L’ultimo elemento che sarà visitato è la chiesa situata di fronte all’altare, dedicata al Santo da cui prende il nome tutta l’area, l’ultimo di una serie di edifici cristiani eretti sul sito.

La seconda tappa sarà al Palazzo Museale di Oschiri in cui è presente: una sezione dedicata al territorio (ambiente, storia, lingua, musica, attività produttive, enogastronomia, archeologia industriale); una sezione dedicata ai 1000 anni di storia del castrum costruito dai romani in località San Simeone (poco lontano la chiesa di N.S. di Castro); una sezione per la didattica e per l’allestimento di mostre d’arte visiva. La sezione archeologica ospita oggetti rinvenuti nel territorio oschirese risalenti al periodo preistorico, nuragico, romano, bizantino e medievale. Sono esposti anche parte dei tesoretti monetali ritrovati nel territorio. Altri rinvenimenti, quelli più importanti, sono attualmente in mostra al centro numismatico nazionale di Roma e al Museo Sanna di Sassari. Si parte alle 9,00 dalla stazione dei pullman di piazza San Sebastiano per fare rientro a Ozieri intorno alle 13,30.

Maria Bonaria Mereu

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.