• 6 Giugno 2023
  •  

Ozieri. Messa in sicurezza dei portici, il Comune continua il confronto con i proprietari

Portici piazza Garibaldi 2
Il sindaco Peralta dopo i crolli di ieri sera: «Attendiamo di avere in mano l’ultimo verbale dei Vigili del Fuoco per decidere sul da farsi». Per ora esclusa una ordinanza di chiusura, che resta comunque l’extrema ratio.

OZIERI. Arriva a stretto giro una dichiarazione di intenti da parte della giunta comunale sulla questione della sicurezza dei portici di piazza Garibaldi dopo l’ennesimo crollo di intonaco che ieri 24 maggio intorno alle 19 ha reso necessario un intervento dei Vigli del Fuoco.

Leggi: Ozieri, ancora cedimenti di intonaco sotto i portici di piazza Garibaldi

«Sin dai primi giorni del nostro mandato stiamo monitorando la situazione e siamo ben consapevoli delle criticità. Gli immobili sono di proprietà di diversi soggetti, e con tutti abbiamo avviato un confronto sia di persona sia attraverso i loro legali. Attendiamo di avere in mano l’ultimo verbale dei Vigili del Fuoco per decidere sul da farsi, ma è bene informare la popolazione e gli esercenti che già questa mattina alcuni proprietari e i loro periti tecnici hanno eseguito un sopralluogo sul posto per evidenziare quali siano gli interventi più urgenti di messa in sicurezza da effettuare». Queste le parole del sindaco di Ozieri Marco Peralta contenute in una nota stampa.

Agenzia Funebre Franco Mu

La situazione non è facile da risolvere, ma nell’immediato sarebbe necessario subito un intervento di messa in sicurezza. Quello che va chiarito, anche in risposta ai tanti interrogativi posti dalla popolazione, è che una ordinanza del sindaco che dichiarasse pericoli per l’incolumità pubblica significherebbe chiudere al transito i portici per chissà quanto tempo, cosa che danneggerebbe in primo luogo le attività commerciali. Una soluzione non auspicabile da nessuno, visto il pericolo non grave, ma che resta sempre l’extrema ratio da valutare.

L’incolumità dei cittadini resta comunque la priorità della giunta Peralta, come spiega anche l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Volpe. «La messa in sicurezza non è più prorogabile – dice Volpe – e va fatta lungo tutto il perimetro dei portici. Da lì capiremo, insieme ai proprietari, quali siano gli interventi più urgenti da eseguire e quale potrà essere il progetto complessivo di ristrutturazione».

«Siamo impegnati su questa e altre questioni senza riserve e siamo sempre a disposizione dei cittadini», chiosa il vicesindaco e deputato Barbara Polo.

 A.C.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it