• 4 Dicembre 2022
  •  

Parte da Bono la campagna di sensibilizzazione “Fermati! Apri e denuncia” del Centro antiviolenza “Spazio donna”

Municipio di Bono
Venerdì nel Municipio verrà inaugurata l’opera d’arte “Hope in Me”, facente parte del più ampio progetto artistico ideato dall’artista Doddie “Le porte dipinte”. Sarà presentato inoltre anche il progetto “Terre Pari – Conoscenza ed espressione della parità di genere nei territori del Goceano”.

Continuano senza sosta le iniziative di sensibilizzazione sul tema della violenza e disparità di genere da parte del Centro antiviolenza “Spazio donna” (Cav) del servizio per la famiglia Lares del Plus Distretto sanitario di Ozieri, gestito dal Consorzio Network Etico.

Due gli appuntamenti in programma questa settimana in attesa della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, durante la quale si svolgerà a Ozieri, nel teatro Civico “Oriana Fallaci”, a partire dalle ore 17,30, il VI Concorso musicale regionale “Viola”.

Il primo evento, dunque, si terrà oggi (giovedì 17 novembre) alle ore 19 nell’auditorium comunale di Tula, dove l’associazione culturale “Inoghe” di Ozieri, partner di progetto, proporrà lo spettacolo di musica e teatro dal titolo “r-Esistere”. Il secondo invece è previsto a Bono venerdì 18 novembre. Alle ore 12:15, nel Municipio verrà inaugurata l’opera d’arte “Hope in Me”, facente parte del più ampio progetto artistico ideato dall’artista Doddie “Le porte dipinte”, che aprirà la campagna di sensibilizzazione “Fermati! Apri e denuncia” promossa dal Cav “Spazio donna”.

Essebi 02

Per tutto il 2023, in ciascuno dei Comuni del Distretto verrà installata una porta dipinta, la quale avrà al suo interno un’immagine differente che, come spiega lo stesso artista, «rappresenta lo spiraglio, che permette di vedere cosa accade nel domestico e viceversa». Queste porte, infatti, devono essere aperte per mostrare quel mondo che, spesso, vittima e carnefice tengono nascosto.

La mattinata del 18 novembre a Bono sarà aperta alle ore 10.30, nella sala conferenze della Comunità Montana del Goceano in piazza San Francesco, con la presentazione del progetto “Terre Pari – Conoscenza ed espressione della parità di genere nei territori del Goceano”. Lavoro realizzato con il contributo della Comunità Montana del Goceano – Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione e del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni –, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Bono, la Cooperativa “Les Delices” e il Consorzio Network Etico, ideato e coordinato dall’animatrice territoriale Paola Zoroddu e dall’educatore professionale Francesco Madeddu.

Il laboratorio ha coinvolto gli studenti delle terze classi della scuola secondaria di 1° grado dei plessi del Goceano (comuni di Benetutti, Bono, Bultei, Nule e Illorai). Dopo aver approfondito, attraverso attività di educazione non formale e animazione, le tematiche inerenti le pari opportunità, gli studenti hanno prodotto i contenuti finalizzati alla realizzazione del documentario che testimonia il lavoro svolto, le tendenze e il tessuto sociale del territorio del Goceano in termini di Parità di genere.

Per info: Centro per la Famiglia LARES, via Tola n. 20°A, Tel. 079 4124774 / 3791241145, E-mail centrolares@gmail.com – violaconcorsomusicale@gmail.com

Leggi anche: Violenza di genere, giovedì a Tula lo spettacolo di musica e teatro “r-Esistere”

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it