• 30 Gennaio 2023
  •  

Pestato a sangue e rapinato ad Alghero, aggressori fermati a Tula

Carabinieri di Alghero
Il giovane preso a calci e pugni è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l’asportazione della milza. A tradire i due presunti malviventi i prelievi effettuati con le carte di credito rubate.

ALGHERO. Un algherese è stato pestato a sangue e rapinato da due persone che gli hanno portato via un imprecisato quantitativo di sostanza stupefacente e il portafoglio contenente banconote, carte di credito e documenti. Il fatto si è consumato venerdì mattina in una strada secondaria di Alghero.

Ad assistere alla scena diversi testimoni, i quali hanno visto gli aggressori impossessarsi della refurtiva e prendere a calci e pugni il giovane per poi scappare a bordo di un’auto di colore celeste. Un particolare quest’ultimo che assumerà poi un ruolo fondamentale nella ricostruzione operata dai Carabinieri della Compagnia di Alghero che, nel primo pomeriggio di ieri, hanno arrestato due uomini di 42 e 43 anni, ritenuti presunti responsabili del reato di rapina in concorso e lesioni personali gravissime.

Webp.net gifmaker 1

Entrambi residenti in città e con alle spalle pregresse vicende giudiziarie, dopo la violenta aggressione, galvanizzati dal bottino e probabilmente sicuri dell’intervento dei Carabinieri, hanno fatto perdere le loro tracce allontanandosi da Alghero.

Durante la fuga hanno però commesso una leggerezza, costata cara. I due hanno infatti tentato, riuscendoci in diversi casi, di prelevare del contante dalle carte rubate, azione che ha permesso ai militari di rintracciarli e di bloccarli a Tula. Dalla presenza di tantissimi bagagli presenti nell’autovettura, è stato chiaro riscontrare anche la loro intenzione di lasciare l’isola insieme alle rispettive compagne.

Il giovane si trova ora ricoverato nell’ospedale di Alghero in prognosi riservata a seguito dei diversi traumi riportati, nonché dell’intervento chirurgico di asportazione della milza.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it