• 25 Luglio 2024
  •  

Il “Premio Biennale Città di Ozieri” ai cori “Montalbo” di Siniscola e “Cantos de Jara” di Gesturi

Biennale dei Cori Ozieri
Menzioni speciali per il coro femminile “Tonara”, il coro di Cagliari, Michele Sanna dell’“Antoninu Paba” di Giave e ancora al coro di Gesturi.

OZIERI. Alla presenza di un folto e attento pubblico, si è conclusa nella serata di sabato 9 dicembre a Ozieri, al teatro “Oriana Fallaci”, la XV edizione del “Premio Biennale Città di Ozieri per cori tradizionali sardi”, considerato l’università del canto polivocale sardo. La giuria, composta da Antonio Deiara, Antonio Canalis, Giovanna Demurtas, Mauro Lisei, Gianfranco Mascia, Antonio Mura, Ignazio Perra, Ugo Spanu e Tonino Tedde, ha assegnato – in base alle audizioni private tenute nel pomeriggio nel centro culturale San Francesco – il primo premio della Sezione tradizionale al brano “Tue Ses” del coro “Montalbodi Siniscola diretto dal maestro Mina Nanni. Nella Sezione innovativa ha invece premiato la composizione “A sa Rundine” di Bernardo Zizi (testo) e Giuseppe Altea (musica), eseguita dal coro “Cantos de Jara” di Gesturi diretto dal maestro Nicola Cogoni. Coro che ha ricevuto anche la menzione per la “migliore esecuzione“. Quella per il “migliore solista” è stata attribuita invece a Michele Sanna dell’“Antoninu Paba” di Giave. La Menzione speciale della Giuria è stata conferita al coro femminile “Tonara“, che ha interpretato “La Maestra” di Peppino Mereu, brano armonizzato dalla maestra Giovanna Demurtas.

Il Coro Montalbo di Siniscola vincitore della Sezione Tradizionale
Il coro “Montalbo” di Siniscola

Il Coro Polifonico Cantos de Jara vincitore della Sezione Innovativa
Il coro “Cantos de Jara” di Gesturi

La Menzione speciale dell’Associazione sostenitrice del Premio – presieduta da Pinuccio Aini e guidata dal segretario-ideatore Antonello Lai –, sorpresa di questa edizione, è stata infine assegnata al coro di Cagliari diretto dal maestro Fabrizio Gungui, per “Minoredda Minorè”, e al “Cantos de Jara” di Gesturi per il meritorio lavoro di ricerca in itinere.

Al concorso, presentato da Stefano Di Franco, hanno preso parte anche il coro “Sant’Alene” di Tula con il brano “Amistade” del maestro Giovanni Marongiu, il coro femminile “Bendas” di Nuoro con la ritmata e accattivante “Sos Poddiches” del maestro Giampaolo Caldino, e il coro “Antoninu Paba” di Giave con “Su Tulchi” del maestro Antonio Casu.

Hanno arricchito la serata con le loro esibizioni, i cori ospiti d’onore di questa edizione, il sempre presente “Città di Ozieri” diretto da Alessandro Fois, il “Priamo Gallisay” di Nuoro con il tenore Francesco Congiu, e il “Donu Reale” di Buddusò, entrambi condotti dal maestro Mauro Lisei.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.