• 18 Maggio 2022
  •  

Sanità, Piu (Progressisti): «Proroga vecchie tariffe, spiraglio importante per la Ge.Na»

piu lavoratori Ge.Na . Sassari

SASSARI. «Auspichiamo una proroga delle vecchie tariffe, sarebbe uno spiraglio importante per la Ge.Na». È l’auspicio di Antonio Piu, consigliere regionale dei Progressisti e componente della commissione sanità, che è intervenuto per rimettere al centro del dibattito la vertenza dell’Opera di Gesù Nazareno, la quale «deve poter guardare al futuro con serenità per il bene dei pazienti e per i lavoratori». «Per questo – spiega Piu – stiamo lavorando affinché vengano riviste le tariffe entrate in vigore con la delibera regionale del febbraio 2020 e diventate esecutive con la fine dell’emergenza sanitaria lo scorso 31 marzo».

La delibera rimodula le tariffe giornaliere per paziente secondo una riparametrazione dei criteri sulla base dei Lea e di altri dati relativi a produzione e gestione. È un primo importante intervento della Regione per cercare di rimettere ordine e determinare su criteri oggettivi le tariffe in base alle prestazioni. Secondo questi nuovi parametri la Ge.Na (Opera Gesù Nazareno) di Sassari, e le strutture che offrono analoga assistenza, si ritrovano tariffe giornaliere più basse anche del 20%.

«Crediamo – continua il Consigliere regionale – sia opportuno rivalutarle e nel frattempo deliberare una proroga delle vecchie tariffe. Questo consentirebbe di ridare ossigeno e certezze ai lavoratori e all’assistenza di pazienti con patologie gravi. Abbiamo ragione di credere – sottolinea Piu – che si stia lavorando nell’ottica di una proroga in tempi brevi. Siamo fiduciosi e nel contempo auspichiamo che arrivi a giorni la delibera di Giunta».

«Si tratta del secondo importante tassello dopo l’approvazione in aula a febbraio l’emendamento che stanzia i fondi per la copertura del 50% degli oneri a quelle strutture sanitarie non ospedaliere, Ge.Na. compresa, che hanno applicato l’adeguamento contrattuale. Questi due interventi – conclude il consigliere sassarese – possono aiutare ad evitare gravi effetti sull’occupazione e i conseguenti disagi per i pazienti e le loro famiglie che fanno riferimento all’unica struttura accreditata in Sardegna che offre quel tipo di assistenza a pazienti con gravi disabilità».

Leggi anche: Sit-in lavoratori Elleuno e Ge.Na., Piu (Progressisti): «La sanità convenzionata sassarese non può essere dimenticata»

Sit-in dei lavoratori della Ge.Na. di Sassari, Piu (Progressisti): «Occorre aprire tavolo per adeguamento tariffe»

Ottica Muscas