• 3 Dicembre 2022
  •  

Sassari. Alcol a 14enni, nei guai il titolare di un bar del centro

Sassari piazza dItalia
Il commerciante rischia pesanti sanzioni e conseguenze anche penali.

SASSARI. Tre litri e mezzo di birra in cinque per festeggiare i quindici anni di una di loro. È quanto hanno scoperto gli agenti in borghese della Polizia Locale di Sassari sabato notte in un noto bar del centro. Arrivati su segnalazione perché nel locale diffondevano musica oltre l’orario consentito, il personale di via Carlo Felice ha immediatamente notato i cinque ragazzini seduti al tavolo che si servivano da un dispencer di birra da tre litri e mezzo. Il proprietario ora rischia pesanti sanzioni e conseguenze anche penali. A ciò si aggiungono le sanzioni per la musica diffusa oltre l’orario consentito.

Gli agenti si sono avvicinati e hanno chiesto le generalità. Hanno così scoperto che due avevano quattordici anni, la festeggiata ne aveva appena compiuto 15 e altri due erano quindicenni. Sono stati immediatamente chiamati i genitori. Alcuni sono arrivati al bar mentre altri si presenteranno oggi al Comando, con i propri figli.

Grazia Niedda 1

Per il gestore del locale le conseguenze saranno pesanti, che potrebbero anche avere risvolti penali. Per la somministrazione di alcolici ai minori la normativa nazionale prevede la sanzione da 250 a mille euro. In caso di recidiva si applica la sanzione da 500 a 2mila euro, con sospensione dell’attività per tre mesi. Il divieto riguarda i minori di anni 18, ultra sedicenni, mentre la somministrazione di alcolici ai minori di anni 16 è sanzionata penalmente dall’articolo 689.

Gli agenti della Polizia Locale eseguono controlli, soprattutto in borghese, senza soluzione di continuità, per arginare il fenomeno della vendita di alcolici e superalcolici ai minorenni. Anche questo fine settimana hanno effettuato verifiche su diverse attività tra circoli, bar, negozi e supermercati in tutto il territorio comunale. I controlli della Polizia locale di Sassari mirano ad arginare il fenomeno sempre più preoccupante della vendita di alcolici ai minorenni. Spesso partono dalle segnalazioni degli stessi cittadini e dopo alcune verifiche, alla prima occasione, procedono cogliendo i trasgressori in flagranza. Il Comando ricorda che chi serve o vende alcolici, che siano bar o negozi, ha l’obbligo di chiedere i documenti ai giovani per assicurarsi che siano maggiorenni.

La Polizia Locale è anche impegnata costantemente sulle strade del territorio comunale, con controlli rafforzati nel fine settimana, per accertare lo stato psico fisico dei conducenti dei veicoli.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Mamma in Sardegna