• 28 Giugno 2022
  •  

Sassari. Centrale di spaccio in una casa del centro storico: arrestata coppia di Nigeriani

Carabinieri pattuglia notte
Le indagini sono state avviate dopo la segnalazione da parte di alcuni cittadini insospettiti dal continuo viavai di persone dalla casa abitata dai due stranieri.

I Carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Sassari hanno arrestato per il reato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti una coppia convivente di origini nigeriane. I due sono sospettati di aver messo in atto un collaudato sistema di spaccio che avveniva direttamente nella loro abitazione, nel centro storico di Sassari.

I militari hanno concentrato la loro attenzione su quella casa proprio grazie ad una serie di segnalazioni pervenute da cittadini, preoccupati da un insolito e sospetto andirivieni di persone.

Grazia Niedda 1

Così, dal mese di dicembre 2021 al marzo 2022, numerosi sono stati i servizi di appostamento e di osservazione messi in atto dai Carabinieri. Questo monitoraggio ha permesso, anche attraverso la realizzazione di filmati e foto, di documentare e raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico della coppia, la cui abitazione era divenuta ormai punto di riferimento per numerosi tossicodipendenti, alcuni dei quali fermati dai militari subito dopo l’acquisto e trovati in possesso di eroina.

Alla fine di marzo, al termine dell’attività investigativa, il 33enne spacciatore nigeriano è stato tratto in arresto in flagranza di reato, trovato al termine della perquisizione domiciliare in possesso di 20 grammi di eroina suddivisa in dosi e vario materiale atto al confezionamento. La donna, invece, che quel giorno non era presente in casa è stata, comunque, fermata a Sassari lo scorso 21 maggio dai Carabinieri della sezione operativa e condotta in carcere.

Il 25 maggio, al termine dell’interrogatorio di garanzia, la donna è stata trasferita dal carcere agli arresti domiciliari, mentre l’uomo si trova ancora recluso nel carcere di Bancali.

Agenzia Funebre Franco Mu