• 29 Gennaio 2022
  •  

Prima storica vittoria dell’Atletico Tomi’s Oschiri, corsaro ad Azzanì

Prima storica vittoria dell’Atletico Tomi’s Oschiri che ieri sera ha espugnato per 3 a 2 il campo dell’Azzanì con la doppietta di Teo Maludrottu e un goal di Michele Carta. La gara, valevole per la seconda giornata del girone D del campionato di calcio dilettantistico di 3^ categoria, è stata vinta con merito dagli Arancio-neri che hanno riscattato così la sconfitta incassata la scorsa settimana contro il San Pantaleo.

Tre punti, dunque, memorabili per la neo squadra oschirese del presidente Tonino Demuro «nata quest’estate dall’idea di un gruppo di amici in un pomeriggio al bar». «Ci siamo tuffati a capofitto in questa avventura – dice il presidente – quando abbiamo constatato che in paese c’erano numerosi ragazzi con tanta voglia di giocare e mettersi alla prova».

Mister Valerio Budroni

La squadra, costruita con un mix di calciatori giovani e alcuni di esperienza, è sotto la guida tecnica di Valerio Budroni, esperto mister con alle spalle una lunga carriera da calciatore e di allenatore in diverse squadre del territorio, che ha deciso di sedere per la prima volta nella panchina di una compagine del suo paese. «I nostri obiettivi – tiene a precisare mister Budroni – sono quelli di divertirci e creare al contempo un bel gruppo che possa sognare di vincere il campionato».

Questa la rosa dell’Atletico Tomi’s Oschiri: Gianmario Achenza, Cristiano Meloni, Enrico Arcadu, Gianni Napoli, Alessio Tanda, Pietro Asara, Giacomo Oggiano, Andrea Tedde, Francesco Sanciu, Diego Barca, Michele Carta, Matteo Carta, Kekko Sanna, Gianbattista Sotgiu, Teo Maludrottu, Edoardo Usai, Alessio Putzu, Lorenzo Sotgia, Tommaso Crasta, Raffaele Pirone, Gianmario Orgolesu, Gianmaria Deiana, Andrea Muzzu, Nicola Putzu, Emanuele Putzu, Pierpaolo Meloni, Alessandro Demuro.

A guidare la società, oltre al presidente Tonino Demuro, il vice presidente Francesco Putzu, il cassiere Mimmo Pulcini, il segretario Mirko Meloni e i dirigenti: Emiliano Moro, Mariano Secchi, Pietro Pinna e Michele Carta.

Ottica Muscas