• 17 Giugno 2024
  •  

Gli studenti di Ozieri alla scoperta della civiltà nuragica

Convegno civilta nuragica Ozieri
Folta presenza di ragazzi delle scuole medie e superiori al teatro civico per il convegno organizzato dall’associazione “La Sardegna verso l’Unesco”.

OZIERI. Coinvolgimento, passione, curiosità e interesse sono stati i perni su cui si è poggiato il convegno “La civiltà nuragica per lo sviluppo della Sardegna” organizzato ad Ozieri, venerdì scorso, dall’associazione “La Sardegna verso l’Unesco” con Carmen Farina a fare da riferimento territoriale e che ha visto nel teatro civico Oriana Fallaci la folta presenza dei ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

L’Associazione, in collaborazione con la “Fondazione di Sardegna” e l’Ufficio scolastico regionale ha dato vita sino ad ora ad una serie di appuntamenti formativi che stanno interessando tutte le province sarde e quello di Ozieri ancora una volta ha messo l’accento sul primo ambizioso obiettivo da raggiungere e cioè far diventare i nuraghi patrimonio dell’Unesco. È infatti questo il motivo della nascita nel 2020 del sodalizio – www.sardegnaversounesco.org – presieduto da Pierpaolo Vargiu che su indicazione del comitato scientifico inizialmente condotto dal professor Giovanni Ugas ed ora guidato dai professori Raimondo Zucca, Anna Depalmas e Riccardo Cicilloni ha individuato trentuno siti nuragici in Sardegna, tra i quali Barumini e Mont’e Prama in rappresentanza delle migliaia di monumenti protostorici della Sardegna. I 31 siti rappresentano nel loro insieme un “sito seriale” unitario e sono fondamentalmente i nodi di collegamento tra tutti i 377 comuni sardi che costituiscono una rete complessa con una narrazione unica pur con le differenti specificità dei territori.

Convegno civilta nuragica Ozieri 2

Nel novembre 2021 l’istanza dell’Associazione è stata inserita nella “Tentative list Unesco”, cioè nella lista dei siti che l’Italia ritiene meritevoli di iniziare il percorso verso Parigi e nel dicembre 2023 potrebbe essere raggiunto l’ambito traguardo. Il convegno di Ozieri, moderato dal giornalista Francesco Squintu, si è aperto con i saluti istituzionali di Luca Manca, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, che ha dato notizia di un finanziamento ottenuto per la valorizzazione del nuraghe Burghidu mentre Pierpaolo Vargiu ha illustrato con passione gli obiettivi dell’associazione ma soprattutto si è rivolto ai ragazzi per un passaggio di testimone che in futuro dovrà avvenire in modo che le giovani generazione, una volta acquisita piena consapevolezza del prezioso patrimonio presente nell’isola, possano valorizzarlo creando economia e futuro.

Convegno civilta nuragica Ozieri Franco Campus
L’archeologo Franco Campus

Con l’archeologo Franco Campus poi i ragazzi hanno potuto infine addentrarsi in un mondo per molti versi sconosciuto e la facilità dialettica di Campus unita ad un linguaggio semplice e diretto ha catalizzato l’attenzione di tutti e stimolato una serie di domande a cui l’archeologo ha risposto con grande competenza e dovizia di particolari.

L’appuntamento di Ozieri ha dimostrato che il progetto portato avanti dall’associazione “La Sardegna verso l’Unesco” può essere certamente vincente e potrà dare concretezza a un movimento popolare crescente che vede nei monumenti dell’antica civiltà nuragica la chiave per uno sviluppo sostenibile e duraturo della Sardegna.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Muscas 3

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.