• 19 Maggio 2024
  •  

Tutto pronto per il via del Rally Terra Sarda: protagoniste in Gallura 115 vetture

Rally Terra Sarda
La competizione è valida per la Coppa Rally di Zona 9, il TER Series, il TER – Tour European Rally e il TER Historic. Domani a Porto Cervo la presentazione degli equipaggi protagonisti.

PORTO CERVO. Il Rally Terra Sarda è pronto ad accendere i motori delle vetture protagoniste, coinvolgendo gli appassionati di motorsport con una proposta che sposa l’agonismo con la tradizione, assicurando al panorama motoristico internazionale un’ambientazione unica come quella della Gallura. Un totale di 115 auto sono state selezionate per partecipare all’evento, organizzato da Porto Cervo Racing e in programma per questo fine settimana. La competizione è valida per la Coppa Rally di Zona 9, il TER Series che attraversa tre continenti, il TER – Tour European Rally e il TER Historic. Alle 106 vetture interpreti del confronto moderno si sono aggiungi nove esemplari storici, chiamati all’agonismo del 3° Rally Terra Sarda Storico.

Ha confermato la sua presenza, sulle strade che lo hanno visto prevalere un anno fa, Gabriele Rossi. Il pilota si presenterà alla partenza di Tempio Pausania al volante di una Ford Sierra Cosworth di 4° Raggruppamento, categoria che vedrà presente anche la Talbot Samba del francese Laurent Coubard e la Renault 11 Turbo di Kevin Ducos, anch’egli transalpino. Non mancheranno le linee della Renault 5 GT T di Bernardo Morgani, la Peugeot 205 GTI di Giulio Pes – presidente di Automobile Club Sassari – e la Peugeot 309 GTI di suo figlio Pietro. A contendersi il 3° Raggruppamento saranno il britannico Tim Metcalfe, leader nella classifica del TER – Historic su Ford Sierra RS e Marc Laboisse, su Porsche 911 SC. A rappresentare il 2° Raggruppamento sarà la Opel Ascona 1.9 di Giovanni Pischedda.

nuvustudio

IL PROGRAMMA

Venerdì 6 ottobre, a prendersi la scena sarà la Promenade du Port di Porto Cervo, ad Arzachena, con equipaggi e vetture coinvolti dalle verifiche tecnico-sportive e l’apertura del Villaggio Rally Mirtò Sardegna – dalle ore 10 –, struttura che ospiterà una serie di eventi tra i quali quello dedicato ai “pani di Sardegna”, con Graziella Frau e l’atteso Cooking Show, la sfida “tra i fornelli” che chiamerà a rapporto i protagonisti del TER, ognuno in rappresentanza della nazione di appartenenza. Alle ore 15.30 si terrà la conferenza stampa del TER, con il Porto Vecchio a fare da cornice all’evento.

Alle ore 18, riflettori puntati sulla presentazione degli equipaggi partecipanti al doppio confronto moderno e storico: un coinvolgente biglietto da visita che – con lo spettacolo pirotecnico previsto in tarda serata – manderà in archivio il pre event.

L’indomani, sabato 7 ottobre, motori accesi per lo shakedown – il test con vetture da gara – in programma dalle ore 8 alle ore 12 sull’asfalto proposto dalla “Gallura-Fonti di Rinaggiu-Tecnograf”. Le ore 13:30 vedranno la prima vettura calcare la pedana di partenza di Tempio Pausania, con il pubblico atteso in Corso Matteotti per il primo saluto alle vetture protagoniste, chiamate ad interpretare undici prove speciali con i loro 72 chilometri; esemplari che – dal centro cittadino – si dirigeranno verso lo “start” delle prime due prove speciali in programma, “Le sugherete – Gimar” delle ore 14:09 e “I graniti di Gallura – Cala Costruzioni” in programma alle ore 14:57. Tempio Pausania sarà chiamata ad ospitare anche il primo riordinamento di gara, alle ore 15:27 ed il successivo parco assistenza, dove verranno sviluppate le tecniche di gara da equipaggi e team, a partire dalle ore 16. Il secondo giro di prove speciali vedrà gli equipaggi confrontarsi in un’impegnativa replica dei due tratti di apertura per poi concludere la prima giornata di gara sui chilometri de “I Castelli di Luogosanto – PPT”, tratto preceduto da un riordinamento, ambientato ad Aglientu, in Piazza Sclavo. Le vetture si dirigeranno successivamente verso il riordinamento conclusivo del Day 1, al Molo Vecchio di Porto Cervo.

Domenica 8 ottobre, motori accesi dalle ore 7:30, con l’uscita delle vetture dal riordinamento notturno di Porto Cervo verso il parco assistenza, ambientato ad Arzachena. A caratterizzare il primo giro di prove speciali della giornata saranno i chilometri della “Stazzi di Gallura – Grimaldi”, della “Città di Arzachena – Aire” e della “Costa Smeralda – Ayla Project”, rispettivamente programmate per le ore 9:21, 10:21 e 10:57. Prima del rush finale, gli interpreti del Rally Terra Sarda e Rally Storico Terra Sarda avranno la possibilità di mettere a punto le ultime strategie di gara nelle fasi di parco assistenza, previsto ancora ad Arzachena e preceduto da un ultimo riordinamento, alla Promenade du Port. Alle ore 13:00, semaforo verde per la partenza della nona prova speciale in programma, la “Città di Arzachena – Aire”, seguita dalla “Stazzi di Gallura – Grimaldi” e dal tratto conclusivo, quello che punterà i riflettori sui chilometri della “Costa Smeralda – Ayla Project”.

La cerimonia d’arrivo delle vetture, sulla pedana che assegnerà le posizioni della classifica assoluta della serie mondiale del TER e della Coppa Rally di Zona 9 per le vetture moderne e quelle relative al Rally Storico Terra Sarda e TER – Historic, sarà al molo vecchio di Porto Cervo, nel territorio del Comune di Arzachena, chiamato al saluto finale dell’evento, dalle ore 15:19.

Tra i 15 comuni coinvolti nell’evento, oltre ad Arzachena chiamata ad ospitare le attività proposte all’interno del Villaggio Rally Mirtò Sardegna, la cerimonia di arrivo ed il passaggio di due prove speciali, saranno interessate dal passaggio delle prove speciali Tempio Pausania, Calangianus, Luogosanto e Aglientu.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.