• 18 Maggio 2021
  •  

Anci, al via bando “Fermenti in Comune” per giovani

Giovane

Al via il bando “Fermenti in Comune”, con il quale è possibile presentare proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori. Un progetto nato dall’accordo stipulato il 20 dicembre 2019 fra il Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale della presidenza del Consiglio dei ministri e l’Anci.

Le sfide individuate da “Fermenti in Comune”, nell’ambito delle quali saranno finanziate più di 50 progettualità comunali, sono: Uguaglianza per tutti i generi; Inclusione e partecipazione; Formazione e cultura; Spazi, ambiente e territorio; Autonomia, welfare, benessere e salute. Possono partecipare tutti i Comuni italiani, con importi massimi finanziabili, che variano in base al numero di abitanti, dai 60 mila a 200 mila euro.

La scadenza è fissata al 18 gennaio 2021 (scarica il bando e gli allegati). Con le risorse del fondo per le Politiche Giovanili, l’Anci destìna 4 milioni e 960 mila euro per supportare l’avvio – o il rafforzamento – di azioni positive messe in campo dai giovani per affrontare le sfide sociali ritenute prioritarie per le proprie comunità: la progettualità giovanile è un fattore determinante per contribuire all’innovazione e allo sviluppo locale.
È possibile comunque inviare eventuali richieste di chiarimento sulle modalità di partecipazione scrivendo all’indirizzo e-mail bandigiovani@anci.it

«Fermenti in Comune – spiega il Presidente dell’Anci Antonio Decaro – nasce in forte continuità con il Bando ‘Fermenti’ del dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale della presidenza del Consiglio dei ministri, con cui il ministro Spadafora ha lanciato cinque sfide sociali sulle quali sono state sviluppate idee prioritarie per le comunità, Il nostro intento è concentrare le risorse nazionali su obiettivi di policies comuni, promuovendo interventi locali realizzati da Comuni sugli stessi ambiti tematici, generando così un processo virtuoso di utilizzo delle risorse, un maggiore impatto sui nostri giovani, attraverso un ampliamento territoriale delle progettualità già sviluppate o un loro mutuo potenziamento. L’Avviso ‘Fermenti in Comune’ vuole rafforzare le buone pratiche dei nostri Comuni e, contemporaneamente, stimolare tutti gli altri a indentificare i bisogni sociali della propria popolazione giovanile, promuovendo conseguenti soluzioni e azioni di sviluppo locale, attraverso il loro coinvolgimento diretto».
«Mi fa molto piacere apprendere – afferma il Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora – che ai 101 progetti nazionali finanziati con oltre 19 milioni di euro dal Dipartimento con il Bando “Fermenti” si aggiungeranno i 50 progetti realizzati dai Comuni, attraverso l’Anci che ringrazio, con iniziative volte a migliorare le condizioni di vita dei giovani e, più in generale, delle comunità locali. È fondamentale, soprattutto in questo momento storico che stiamo vivendo, rendere sempre più protagonisti i giovani del loro futuro cercando di realizzare ed attuare misure in grado di trasformare davvero il Paese, partendo dalle loro idee».