• 3 Dicembre 2022
  •  

Antonio Piu: «Da Sassari parte una nuova idea di Sardegna. Con Europa Verde le istanze dell’isola a Bruxelles»

Antonio Piu Europa Verde
Il consigliere regionale aderisce a Europa Verde.

«Da qui, da Sassari parte oggi un nuovo progetto Sardegna con Europa Verde». Così Antonio Piu, consigliere regionale, annuncia l’adesione al partito ambientalista. «È un momento in cui la Sardegna ha bisogno di un più ampio respiro, dobbiamo uscire da uno stallo che ci vede, come isola, sempre più lontani dalla risoluzione dei problemi e dal raggiungimento degli obiettivi e il contenitore nazionale ed europeo di Europa Verde ci da questa opportunità». 

Il consigliere insieme a Angelo Bonelli, deputato di Alleanza Verdi e Sinistra e co-portavoce di Europa Verde, ha partecipato all’incontro pubblico ‘Sardegna Sostenibile’ che si è svolto a Sassari nella sala ‘Piazza Italia’ dell’hotel il Vialetto dove è intervenuto anche Diego Loi, consigliere regionale e sindaco di Santu Lussurgiu.

«È un percorso che va avanti in evoluzione – spiega Antonio Piu – insieme ad alcuni colleghi ho  sentito l’esigenza, per sviluppare i progetti del territorio, di avere un contesto nazionale ed europeo a cui riferirmi e in Europa Verde ho trovato una casa in cui condividere valori e obiettivi che fanno parte del mio dna di politico

Grazia Niedda 1

Le energie di questo partito danno linfa ad una visione di Sardegna che è ora di realizzare senza più tentennamenti e senza imbattersi nei soliti e annosi ostacoli. La tutela dell’ambiente, l’economia verde, la salute, il lavoro, il welfare tutto in un quadro sostenibile, giustizia ambientale e giustizia sociale. Con l’importante rappresentanza di Europa Verde a Bruxelles, sono certo – prosegue Piu – che le istanze della nostra Isola possano trovare una voce più forteper rispondere alle esigenze dei territori. 

sono felice che questo nuovo corso parta da Sassari, non solo perché è la mia città dove sono cresciuto, dove ho militato e dove per anni ho amministrato, ma perché questa città è l’emblema dell’immobilismo e di una certa rassegnazione in una città che al contrario ha dimostrato una storia culturale, politica ed economica che fino a qualche decennio fa la rendeva protagonista nell’isola a pieno titolo.

Sassari, così come altri territori, penso a Nuoro ma anche a tanti piccoli centri ricchi di potenziale in tutta l’Isola, deve ritrovare e lo deve fare in fretta, l’ottimismo e la capacità di guardare avanti avendo il coraggio di evolvere e sono certo che con Europa verde da ora in poi potremo dare una visione e una prospettiva a tutti i territori. Uno sviluppo e una visione in sinergia e in rete con gli altri comuni e territori, dobbiamo superare la dinamica della Sardegna a due velocità».

Per Piu, il nuovo corso politico in Europa Verde segue il solco dell’Alleanza Verdi e Sinistra delle ultime elezioni politiche che trova in Consiglio regionale la sinergia con Alleanza Verdi e Possibile. All’incontro di Sassari sono intervenuti anche Maria Laura Orrù, consigliera regionale e sindaca di Elmas, Francesco Muscau co-portavoce di Europa Verde Sardegna, Thomas Castangia coordinatore regionale di Possibile, Salvatore Multinu coordinatore regionale di Sinistra Italiana. 

«In politica occorre coraggio – conclude Antonio Piu – occorre il coraggio delle scelte e delle idee che si tramutano in fatti e in risposte ai cittadini. Con questo obiettivo sono felice di entrare in questo nuovo corso politico. È ora di essere Europa anche in Sardegna».

In copertina: da sx Diego Loi, Antonio Piu, Angelo Bonelli, Maria Laura Orrù, Salvatore Multinu, Thomas Castangia, Francesco Muscau. 

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

nuvustudio