• 3 Marzo 2024
  •  

“Cando torro”, il sesto brano dell’album Xilema dei Bonayres

Bonayres Ozieri
Il testo della canzone, tratto dalla poesia di Vincenzo Becciu, parla di un emigrato che mai ritornerà in Sardegna.

OZIERI. “Cando torro” è il titolo del sesto brano dell’album Xilema dei Bonayres. Il pezzo inizia con una voce registrata che catapulta istantaneamente l’ascoltatore indietro nel tempo, facendo rivivere le storie delle famiglie con parenti emigrati in terre lontane. L’effetto evocativo delle parole lascia poi spazio alla musica che va a creare un’atmosfera coinvolgente completata dalle belle voci di Antonio Porcu e Laura Mulas. Due artisti che si fondono in armonia, portando il senso della triste storia narrata diritta al cuore. La melodia, sostenuta da un giro armonico di basso, aggiunge poi profondità a una interpretazione vocale che rende vivi e attuali i sogni e le speranze di chi ha lasciato la nostra isola alla ricerca di una vita migliore, ma col desiderio di ritornare e abbracciare i propri cari.

«Cando torro è la storia di uno e contemporaneamente di mille – spiegano i Bonayres –. La storia di uno dei tanti sardi che emigrano per cercare una vita migliore per se stessi e per le proprie famiglie. Storie di vite che si susseguono ormai da generazioni e che diventano dinamica costante e parte della nostra società. Miglia di sardi che, nel momento stesso in cui decidono di partire, pensano già a quando torneranno. Storie di emigrati che vengono riassunte nel nostro brano. La prima a lieto fine, quella di due fratelli di Nughedu, Antonio e Giovanni Fresu che nel dopoguerra, il 19 marzo del 1948 decidono di intraprendere il viaggio transoceanico verso la Repubblica Argentina, il ritorno in Sardegna dopo 6 anni di Antonio è testimoniato nell’introduzione del nostro brano con la voce di Giovanni che resterà in Argentina per poi sposarsi e mettere su famiglia. Giovanni affiderà al fratello Antonio il vinile registrato il giorno prima della partenza, contenente  le voci di Giovanni e della futura moglie argentina riportante i saluti da portare a tutti i parenti ed amici in Sardegna. Il brano è stato estratto da una registrazione più ampia che l’amica Margherita Fresu, figlia di Antonio assieme alla famiglia ci hanno donato e che ringraziamo».

«L’altra storia, che ha ispirato la poesia – continuano i Bonayres –, è quella di Gavino Salaris, emigrato in Germania che mai ritornerà in Sardegna a causa di un incidente stradale in cui perse la vita. La canzone “Cando torro” scritta da Pier Mario Tedde con il testo del poeta Vincenzo Becciu ed arrangiata nella prima versione dagli African Flower, viene riproposta in questo nostro lavoro discografico, con un nuovo arrangiamento. Già nel titolo, in italiano “Non appena rientro”, è racchiuso il tema della speranza e della promessa. Ed è questo che fa il protagonista della poesia di Vincenzo Becciu: per ognuno dei suoi familiari ha in serbo un dono speciale, al rientro. Ma la cattiva sorte è in agguato».

Cando torro
Has a bider babbu meu caru,
t’atto su caddu ‘e attalzu bramidu.

A tie, mama adorada
ti promitto
sa tudinera ricamada ’e oro.

A bois,
fradigheddos de su coro
bos fatto un’estireddu nou nou
pro fagher festa manna
in su ighinu.

Chen’istiga
se partidu a logu attesu
con sa manos galu infusta de sole.

Ammentadi, fittianu ’e su suore
chi t’hat sinnadu umile pastore
e fattu mannu cun s’aggiudu e Deu.

Ma cuss’andera ti l’han frastimanda
e in coro tou
has incuzadu
solu neula, sambene, dolore.

Vincenzo Becciu (1941-1991) è stato un pittore e poeta ozierese. Autore di diverse liriche con le quali si è segnalato nei premi letterari regionali e nazionali. Alcuni di questi versi fungono da didascalie a decine di xilografie raffiguranti scene di vita quotidiana, di lavoro, di speranze e sogni. I soggetti prediletti dei suoi componimenti sono gli anziani, biblioteche viventi da cui trarre insegnamenti. Ha affrontato inoltre anche temi sociali e di attualità.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.