• 7 Giugno 2023
  •  

Progetto St.Or.I.E, il Distretto Rurale Barbagia punta sui giovani

Universita Tmisoara Romania
Nell’iniziativa saranno coinvolti 10 giovani tra i 16 e i 21 anni che intendono sperimentare percorsi di apprendimento innovativi.

OLLOLAI. Il Distretto Rurale Barbagia investe sui suoi giovani con il progetto St.Or.I.E (Strategy Organization Implementation Empowerment). Si tratta di una nuova iniziativa europea pensata e studiata per i cosiddetti neet, ovvero i ragazzi che non studiano, non lavorano e non cercano una occupazione, ma che intendono però aprirsi alla conoscenza tramite esperienze all’estero, perfezionare la lingua e sperimentare nuovi percorsi di apprendimento. 

Il progetto nasce dalla collaborazione con L&P e Liceul Ioan Slavici, un istituto formativo della Romania. Finanziato all’interno del Programma Erasmus +, si svolgerà nel territorio dell’Unione Comuni Barbagia (Tiana, Sarule, Ovodda, Oniferi, Ollolai, Olzai, Gavoi, Lodine) e in Romania, a Timisoara e nelle sue aree rurali. Ha una durata di 18 mesi e coinvolgerà 10 giovani tra i 16 e i 21 anni. Sarà uno strumento con il quale costruire non solo uno scambio di esperienze con i pari età romeni, ma anche per caricare gli stessi giovani e le due regioni di un bagaglio culturale costituito da competenze digitali e linguistiche, utile per facilitare altre tipologie esperienziali o lavorative future.

Il territorio della Barbagia di Ollolai avvia quindi il terzo progetto in collaborazione con L&P, e dopo i progetti Demetra (Dare e Monitorare Ettari di Terra Realizzando Agricoltura) realizzato nell’orto botanico del Comune di Ollolai e Mitra (Mischiare Tradizioni) che ha portato il Distretto Rurale a un confronto e crescita reciproca con alcune cooperative agricole femminili del Libano, il progetto St.Or.I.E, permette al Distretto Barbagia di rivolgere la propria attenzione verso i giovani neet e il loro grande potenziale all’interno del territorio.

«Perché per quanto i territori della Sardegna centrale possano essere considerati svantaggiati – spiega Efisio Arbau, presidente del Distretto Rurale Barbagia –, è necessario considerare che vi abitano persone che credono fermamente nelle sue potenzialità. Dato questo dimostrato da 150 aziende che, unica realtà attiva in Sardegna, si sono unite nella Fondazione Distretto Agroalimentare della Barbagia. Queste aziende credono nel potenziale dei propri giovani, e su di essi vogliono investire. La formazione, anche per il tramite di metodologie alternative, può essere il mezzo per fare di questi giovani non solo i protagonisti ciascuno del proprio futuro, ma protagonisti del futuro del loro territorio”.

È con questa visione che è stato studiato il progetto che propone al suo interno della possibilità di vivere una esperienza formativa nuova: la realizzazione di alcuni edu larp, ossia degli educational live action role-playing. Dei giochi di ruolo interamente pensati dai ragazzi, che verteranno su situazioni o tematiche dei due territori.

«Giochi di ruolo, da costruire tramite il perfezionamento della lingua – spiega Gabriella Longu della L&P – lo studio dei luoghi, della storia locale, della economia e delle sue articolazioni. Non sappiamo cosa vorranno sperimentare i dieci giovani che saranno selezionati in Barbagia ma siamo sicuri che questo percorso darà loro spunti importanti sui quali lavorare per il loro futuro».

I laboratori con i giovani e i momenti formativi si realizzeranno a Sarule, nel polo culturale Don Piu. A breve verrà dato l’avviso per la selezione dei ragazzi. Info su http://www.distrettoruralebarbagia.it.

In copertina: Liceul Ioan Slavici (Timisoara)

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it