• 24 Aprile 2024
  •  

Sabato a Ollolai il convegno “Cooperare e fare ricerca in Barbagia”

agnellone da carne 4
All’incontro del 25 novembre saranno presentati i risultati di alcuni progetti, tra cui quello sull’agnellone. L’esperienza del Distretto Rurale Barbagia, Consorzio Igp Agnello di Sardegna ed Agenzia Agris.

All’interno della manifestazione Cortes Apertas, a Ollolai si terrà sabato 25 novembre il convegno dal titolo “Cooperare e fare ricerca in Barbagia”. L’obiettivo è spiegare come le reti di imprese possano collaborare per catalizzare il progresso economico locale. L’iniziativa è frutto della sinergia tra il Distretto Rurale Barbagia, il Consorzio di Tutela della Igp Agnello di Sardegna e Agris, l’agenzia regionale per l’innovazione e la ricerca in Sardegna.

Queste tre realtà, con il Distretto che raggruppa oltre 150 aziende nell’Unione dei Comuni Barbagia e il Contas che ne conta oltre 5.000 nel settore dell’allevamento ovino, insieme a macellatori e porzionatori, illustreranno dalle ore 10, nella sala dell’Agriturismo Sa Serra, come è stato possibile avviare diverse collaborazioni e sviluppare progetti anche con l’aiuto della Regione Sardegna che li ha finanziati attraverso la legge Regionale 7 del 2007, “Promozione della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica in Sardegna”.

Ad aprire i lavori sarà il sindaco di Ollolai, Francesco Columbu, con il presidente della Unione dei Comuni Barbagia Paolo Ledda e il presidente Contas Battista Cualbu. Interverrano poi Vincenzo Ligios, presidente Consulta regionale Distretti del Cibo (Il ruolo della Consulta Regionale dei Distretti del Cibo)Efisio Arbau, presidente Distretto Rurale Barbagia (L’opportunità di cooperare)Michele Ruiu, consulente Distretto Barbagia (I futuri strumenti di finanziamento a favore dei Distretti)Roberta Comunian, Agris Sardegna (Val.Ide.S: valorizzazione e tutela dei sistemi di produzione agroalimentare Identitari del centro Sardegna)Maria Sitzia, Agris Sardegna, (Agnello pesante in Sardegna: dalla nascita alla qualità della carne, quali strategie di allevamento?)Carlo Piga, Agris Sardegna, (Caratteristiche sensoriali dell’agnello di Sardegna IGP e dei formaggi del progetto Val.Ide.S)Ottavio Sanna della Fondazione ITS, Filiera Agroalimentare della Sardegna, (Il ruolo della formazione in Sardegna). Le conclusioni saranno affidate a Quirico Sanna capo di gabinetto della Presidenza della Regione Sardegna. Coordinerà il dibattito Alessandro Mazzette, direttore del Contas.

Nel corso del convegno saranno presentati i risultati del progetto attraverso il quale è stata sperimentata la produzione dell’agnellone pesante. «Dall’incrocio industriale della pecora sarda con arieti razza Dorper e Ile de France – spiega Battista Cualbu, presidente del Contas – è possibile produrre una tipologia di agnello che andrà a soddisfare fette di mercato nei periodi in cui invece la carne di agnello da latte è poco ricercata. Così facendo abbiamo avviato con Agris e con il Distretto e in collaborazione con una azienda di Ollolai di allevamento ovini questa sperimentazione».

Un altro progetto significativo riguarda la produzione di formaggio. «I ricercatori Agris spiegheranno infatti l’importanza di Val.Ide.S. Valorizzazione e tutela dei sistemi di produzione agroalimentare Identitari del centro Sardegna», – spiega Efisio Arbau, presidente del Distretto Barbagia. «Anche con questo progetto – continua – andremo ad illustrare ai partecipanti i risultati di un lavoro portato avanti con tre diverse aziende che hanno partecipato con la consapevolezza che investire in ricerca e innovazione apre infinite possibilità di crescita e miglioramento. Risultati che speriamo possano essere applicati presto su larga scala, a una fetta di aziende maggiore, convinte anche dai risultati che presenteremo».

Per Alessandro Mazzette, direttore del Contas, «si registra sicuramente un dato importantissimo che è quello della grande attenzione delle aziende verso possibilità di crescita, di diversificazione di prodotti, nella volontà di distinguersi nel mercato facendo attenzione all’ambiente, al benessere dei propri animali e inseguendo anche canali commerciali che guardano al mondo attraverso gli strumenti digitali. Sono aziende che non si specializzano solo nelle lingue ma si aprono alla possibilità di perfezionare anche presentazione del proprio prodotto e immagine. Dalla Barbagia – conclude Mazzette – emerge questa capacità al confronto che può dare tanto non solo al territorio ma a tutta la Sardegna».

Convegno ollolai

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.