• 2 Luglio 2022
  •  

Ippodromo di Chilivani: 6^ giornata di corse della riunione primaverile

Cavalli in pista Chilivani

Ippodromo di Chilivani – 20 maggio. Un gruppo di Club Rotary della Sardegna, mantiene alta la tradizione che si ripete ininterrottamente, ormai da 19 anni, sottoscrivendo l’intestazione delle sei corse in programma in questa sesta giornata della riunione primaverile.

L’idea venne lanciata nel 2004 dal Rotary di Ozieri con l’intento di far conoscere ai rotariani la consistenza e l’importanza delle attività ippiche del proprio territorio e segnatamente quelle che si svolgono nell’ippodromo di Chilivani. Allo stesso tempo l’impegno finanziario del Rotary permette l’erogazione di un contributo che va a beneficio della Società di corse che, con grande impegno e dedizione, assicura l’organizzazione e la gestione delle riunioni di corse.

Essebi Cossu

Questo pomeriggio dunque alcune decine di Soci dei vari Club partecipanti assisteranno alle corse e premieranno le Scuderie vincitrici di ciascuna corsa e, al termine del convegno, consegneranno un Premio speciale anche al miglior fantino, miglior allenatore e migliore Scuderia.

Il campo dei partenti è nutrito, ben 69 gli iscritti alle varie corse, e lo spettacolo è assicurato. Si parte alle 15.50 con il Premio Rotary Club Porto Torres per purosangue di tre anni ed oltre di non facile interpretazione, viste le attribuzioni dei pesi. Potrebbe essere la volta buona per Pfitscherjoch di cogliere la sua prima vittoria, anche se l’esperto Gribu de l’Alguer sarà naturalmente in agguato. Torna a Surriento, Come nelle favole e Sud Sound System sono pronti a confezionare la sorpresa.

Il Premio Rotary Club Sassari Nord per puledri anglo arabi a fondo inglese, Maiden, ha un nutrito campo di partenti fra i quali la naturale preferenza è per i soggetti già piazzatisi in precedenza cioè Don Peppe di Gavoi, Dominedda e Dispettoso. Per eventuale sorpresa si parla molto bene di Didone de Aighenta.

Al Rotary Club di Siniscola sono iscritti undici cavalli anglo arabi di quattro anni ed oltre fra i quali l’inossidabile Viollet le Duc tenterà di vincere alla sua maniera, ma non sarà d’accordo Cleopatra de Mores che ritorna in pista, dopo un’annata di belle soddisfazioni come il Derby italiano dell’anglo arabo, anche se il peso massimo potrebbe, alla fine, fare la differenza in negativo. Bella chi su sole, Aiduentos e Carlo Magno non staranno certamente a guardare.

Nel Premio Rotary Club Nuoro per purosangue arabi di tre anni la prima indicazione è per Don de Aighenta, brillante vincitore al debutto e per Durkal ugualmente vincente. Difficile individuare altri soggetti pronti e insidiosi ma dal mazzo di quelli “di Gallura” uscirà certamente qualche sorpresa ad esempio da Dna di Gallura oppure da Deu di Gallura.

Al Club Rotary di Macomer è dedicata la corsa per i purosangue arabi anziani che, ancora una volta si sfideranno all’ultimo galoppo. La forma recente e la vittoria già acquisita indicano ancora Vulcanobybonorvesu come primo favorito anche per il peso non eccessivamente penalizzante. Si attende però una prova di orgoglio da parte di Bellagioia, Cleopatra Nulese e Abu di Gallura.

Il convegno si chiuderà con il Premio Governatore Distretto 2080 del Rotary International – Memorial Paul Harris, nel quale saranno in pista i Gentleman Riders che monteranno cavalli purosangue di quattro anni ed oltre sulla distanza dei 1600 metri. Racemifera, già vincitrice, proverà a ripetersi nei confronti di Land of Giant che, sulla carta, vanta buone prospettive. Harbor Point e Off Siders rimangono sempre pericolosi.

Diego Satta

In copertina: cavalli sulla pista di Chilivani

Leggi anche: QUINTA GIORNATA DI CORSE ALL’IPPODROMO DI CHILIVANI: I RISULTATI