• 7 Febbraio 2023
  •  

«L’atto aziendale declassa l’ospedale Segni», Marco Murgia (Ozieri Civica) presenta un’interpellanza

Ospedale Ozieri
Recepita dalla Giunta, a breve sarà convocata una commissione per affrontare con urgenza il tema, anche con l’apporto esterno di figure istituzionali o sanitarie che possano spiegare al meglio il documento e i risvolti sulla sua applicazione in seno al presidio ozierese.

OZIERI. Il tema sanità ritorna prepotentemente sul tavolo della politica cittadina. A riportarlo all’attualità il capogruppo di “Ozieri Civica” Marco Murgia che ha presentato durante l’ultimo Consiglio comunale un’interpellanza per conoscere quali azioni il Sindaco «intende promuovere per modificare l’Atto aziendale proposto dal direttore generale dell’Asl di Sassari» Flavio Sensi.

Secondo l’ex sindaco di Ozieri, il documento – al momento sul tavolo dell’assessore regionale che dovrà approvarlo entro i primissimi giorni di gennaio –, «è nettamente difforme da quello presentato dal Direttore generale ai Sindaci nella conferenza socio-sanitaria». Infatti, «da una attenta analisi risulta estremamente penalizzante per il presidio logudorese che viene declassato rispetto a quello di Alghero. Questo – sottolinea Murgia – è un atto che bisogna andare a contrastare nel profondo, perché di fatto cancella l’ospedale di Ozieri».

Essebi novembre ok 2

Dall’Atto aziendale si deduce invero che il “Segni” avrà una direzione di struttura semplice dipartimentale, mentre il “Civile” una struttura complessa. Una differenza sostanziale che pone evidentemente in subalternità l’ospedale ozierese rispetto a quello algherese. Superiorità che si traduce anche sotto l’aspetto dell’organizzazione dei servizi sanitari. Tant’è che nell’interpresidio sono previste 9 strutture complesse ad Alghero e 6 a Ozieri. Il “Segni” perderà quindi la direzione complessa di Oculistica e Radiologia, che diventeranno semplici. Cancellati dal piano anche Laboratorio analisi, Centro trasfusionale, Nefrologia e Dialisi. Da chiarire inoltre altre situazioni che necessitano di un approfondimento, come l’istituzione dell’Ospedale di comunità e della Casa di comunità, previsti all’interno dello stesso “Segni”, in particolare nel corpo B e C della struttura.

Pertanto, sulla spinta dell’interpellanza del consigliere Murgia, a breve sarà formata dalla Giunta una commissione sanità per affrontare con urgenza l’argomento anche con l’apporto esterno di figure istituzionali o sanitarie che possano spiegare al meglio l’Atto aziendale e i risvolti sulla sua applicazione in seno al presidio ozierese. Prima di predisporre qualsivoglia documento politico in dissenso con l’Atto, la Giunta cercherà quindi di capire meglio la situazione. «Abbiamo necessità di avere chiarezza su alcuni determinati passaggi – ha spiegato il capogruppo di maggioranza Luca Manca –, perché di fatto ci mancano dei parametri di valutazione che vogliamo conoscere insieme alla minoranza».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it