• 19 Aprile 2021
  •  
Logudorolive

Il Partito Democratico sardo vicino alle popolazioni colpite dall’alluvione

Partito Democratico Sardo - Alluvione Sardegna

Alluvione Sardegna. Il segretario regionale Emanuele Cani, i deputati Gavino Manca, Romina Mura e Andrea Frailis a nome di tutto il Partito Democratico sardo si stringono ai familiari delle vittime e a tutti coloro che hanno subito danni dal maltempo.

La Sardegna tutta si sta stringendo in queste ore attorno alle popolazioni colpite dalla violenta alluvione che ha devastato diversi centri dell’Isola e in particolare Bitti, dove hanno perso la vita tre persone. Tra i tanti messaggi, vicinanza è stata espressa anche dal Partito Democratico sardo attraverso le parole del segretario regionale Emanuele Cani e dei parlamentari Gavino Manca, Romina Mura e Andrea Frailis.

«Esprimo a nome mio e del Partito Democratico vicinanza e solidarietà alle famiglie colpite dalla tragedia che ha investito Bitti – ha detto Cani – . Vicinanza alle famiglie ma anche all’Amministrazione Comunale impegnata a fronteggiare una situazione complessa e drammatica. Un appello alla Regione affinché intervenga per garantire il massimo supporto tecnico, oltre che istituzionale, alle popolazioni colpite dal maltempo».

«Il Governo riconosca lo stato di calamità naturale ai territori sardi colpiti dalla spaventosa alluvione».

È invece la richiesta presentata dai Deputati sardi del Partito Democratico, Gavino Manca, Romina Mura e Andrea Frailis.

«Ampie zone della nostra Isola sono in ginocchio ed è importante che arrivi subito un segnale forte. In un anno come questo – sottolineano –, in cui l’economia isolana è stata particolarmente penalizzata dal crollo del turismo e dal blocco dei trasporti, non possiamo permettere che l’alluvione rappresenti il colpo di grazia. Interveniamo subito per dare un segnale di speranza a un territorio che rischia di non rialzarsi più».

«Ci stringiamo ai familiari delle vittime e a tutti coloro che hanno subito danni dal maltempo. Ora è il momento delle risposte immediate», concludono i tre parlamentari.