• 25 Giugno 2024
  •  

Provincia di Sassari. Schiaffi, cinghiate e minacce di morte al figlio disabile di 11 anni, arrestato

Polizia squadra mobile
L’uomo, accusato del reato di maltrattamenti in famiglia, è stato rinchiuso in carcere.

SASSARI | 13 gennaio 2024. Un uomo, residente nell’hinterland sassarese, è stato arrestato in “flagranza differita”* ieri mattina dalla Squadra Mobile di Sassari per maltrattamenti al figlio disabile di 11 anni. Lo avrebbe sottoposto a violenze fisiche e psicologiche per lungo tempo. In particolare, secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo picchiava quotidianamente il bambino con schiaffi e cinghiate, insultandolo e minacciandolo di morte. Le violenze sarebbero avvenute nel silenzio consapevole dei parenti più stretti.

Si è giunti all’arresto dopo una intensa attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Sassari effettuata con l’ausilio di intercettazioni ambientali audio e video nell’abitazione. L’uomo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato rinchiuso nella Casa circondariale di Bancali, in attesa dell’udienza di convalida, mentre il bambino, su ordine del Tribunale per i Minorenni di Sassari, è stato ospitato in una struttura protetta specializzata.

* L’arresto in “flagranza differita” è un istituto entrato in vigore alla fine dello scorso anno nell’ambito delle nuove procedure di tutela del “Codice Rosso”.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.