• 23 Febbraio 2024
  •  

Spaccio di droga nelle scuole, denunciati a Sassari 9 giovanissimi

Polizia Locale Sassari
Le indagini avviate dalla Polizia Locale sono partite dalle segnalazioni di alcuni dirigenti scolastici.

SASSARI. Nove giovani, tutti coinvolti in attività di spaccio nelle scuole, sono stati denunciati dalla Polizia Locale di Sassari. Nei giorni scorsi a sei di loro, residenti in tre comuni dell’hinterland e in città, sono state notificate dagli stessi Agenti altrettanti misure cautelari. I sei minorenni dovranno rispettare l’obbligo della permanenza domiciliare tra le ore 18 e le 6 del mattino, non potranno frequentare locali di svago e non potranno comunicare tra loro. Inoltre sono stati inseriti in un percorso educativo che sarà definito dai servizi minorili dell’Usma presso il Tribunale per i Minorenni di Sassari. A un minore è stata applicata la misura cautelare della permanenza domiciliare.

Le indagine sono state avviate nel mese di gennaio dopo che alcuni dirigenti scolastici hanno ripetutamente segnalato agli uomini del Comando di via Carlo Felice il comportamento di alcuni studenti che durante le lezioni manifestavano disattenzione e sonnolenza. Gli Agenti del nucleo sicurezza urbana, attraverso un’attività di controllo, hanno così raccolto elementi rilevanti anche con l’utilizzo di micro telecamere.

Pubblicità Logudorolive 2

Tutto si sviluppava in un quarto d’ora: tra le 7:55 e le 8:10 i giovani coinvolti arrivavano in città provenienti dall’hinterland, con i mezzi pubblici. Durante due mesi di controlli quotidiani è stata documentata una frenetica attività di spaccio, caratterizzata dalla cessione di sostanze stupefacenti dietro la consegna di denaro, che ha visto protagonisti studenti in età compresa tra i 14 e i 18 anni.

Lo scambio tra le banconote e la sostanza stupefacente avveniva in modo puntuale, quotidianamente. Alcuni giovani la consumavano per strada, altri si dirigevano a scuola con la droga nascosta negli zaini. I ragazzi più dinamici nello spaccio hanno un’età compresa tra i 14 e i 16 anni, mentre tra i consumatori ci sono ragazzi anche più giovani.

Nel corso delle indagini sono stati documentati anche tutti i momenti e le modalità in cui si sviluppava questo fenomeno rilevando, addirittura, che i giovani più spregiudicati utilizzavano alla luce del sole il cosiddetto grinder per sminuzzare l’erba.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Muscas 3

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.