• 24 Gennaio 2021
  •  
Logudorolive

Terzo posto per Claudio Spanu al mondiale di enduro

Un terzo posto che sa di vittoria, quello conquistato dal motociclista dorgalese Claudio Spanu ai campionati del mondo di enduro categoria Youth, appena conclusosi in Portogallo. Il portacolori del Moto club Dorgali, che pure aveva comandato la classifica per buona parte della stagione, ha dovuto poi accontentarsi di un più che onorevole “bronzo”, dietro il neozelandese MacDonald e l’italiano Pavoni.

Un risultato eccezionale, a ben pensarci, se si considera che Claudio Spanu ha soli 20 anni ed ha davanti a sé tutta una carriera che certamente non sarà avara di successi, anche a breve scadenza. Al termine dell’ultima prova del “mondiale” bicchiere mezzo pieno/mezzo vuoto, per il giovane campione che, non va dimenticato, ha centrato da pochissimo il quarto titolo italiano di categoria ed era esordiente nei mondiali, nei quali si confrontava con i migliori specialisti del settore, già adusi a questo tipo di gare e sorretti da team tanto esperti ed organizzati quanto agguerriti.

La vittoria di Claudio Spanu è anche una vittoria della sua Dorgali e dei vari sponsor che lo sostengono generosamente, quali la Cantina Sociale Dorgali, Inspek, Esca Dolci, Supermercati Zizzone, Ristorante Sio Media Milano, ma è anche una vittoria per tutta la Sardegna, che ormai da tempo segue le sue imprese, gioendo non poco per la costante crescita che lo ha portato ad occupare posti di assoluto rilievo nel panorama mondiale dell’enduro. Abbiamo voluto sentire il centauro dorgalese, che molto volentieri ha risposto alle nostre sollecitazioni:

Complimenti Claudio davvero una bella stagione: quali sono le tue riflessioni a riguardo?
«Sono complessivamente soddisfatto della mia prima stagione “mondiale”, è stata una fortuna aver potuto correre in piena pandemia, ho iniziato e finito bene la corsa iridata, vincendo la prima e l’ultima gara, ma qualche problema tecnico, almeno due “speciali” non in piena sintonia con le mie doti migliori ed un po’ di sfortuna mi hanno relegato alla fine in terza posizione. Restano la consapevolezza e l’orgoglio di essere stato in corsa per il titolo sino alle fasi finali e seppure un po’ di amaro in bocca per qualche errore di gioventù resta, ne devo solo prendere atto e lavorare se necessario di più per evitarlo in futuro. Così facendo sono certo che i risultati arriveranno, premiando così, oltre che il mio impegno, i tanti sacrifici affrontati per proseguire il cammino di crescita da tempo intrapreso».

Terzo posto per Claudio Spanu al mondiale di enduro

Naturalmente i risultati sono in gran parte merito tuo: chi senti di dover ringraziare in particolare?
«Tutti coloro che rendono possibile il mio sogno, in primis la mia famiglia, quindi il Motoclub Dorgali, il Team Osellini, gli sponsors, senza i quali avrei avuto molte difficoltà ad affrontare una stagione molto esosa anche dal punto di vista economico, ed i tanti sostenitori sparsi ormai in tutta la Sardegna e non solo, dei quali sento sempre più la vicinanza e l’incoraggiamento che sono per me di grande stimolo per far sempre meglio. Ho la certezza di avere vicino delle grandi persone che non posso che ringraziare davvero tanto».

I mondiali hanno anche decretato la fine della stagione. i tuoi programmi futuri?
«Questa era per me l’ultima stagione nella categoria 125; nella prossima gareggerò in Under 23, nella quale conta la fascia di età e non la cilindrata della moto. Con il mio staff stiamo decidendo con quale team disputare la prossima stagione e partendo da quella base decideremo la cilindrata della moto con la quale affronterò le varie gare,che sarà sicuramente di 250 cc.; dobbiamo soltanto scegliere se il motore sarà a due o quattro tempi, e naturalmente vorremo dire la nostra sia in campo nazionale che internazionale, cercando di migliorare quanto sin qui fatto, onorando al massimo ogni competizione».
Non abbiamo dubbi che questo avverrà: a risentirci presto e….ad meliora semper!!

Raimondo Meledina

Leggi anche: Claudio Spanu Campione Italiano Enduro classe Youth