• 21 Luglio 2024
  •  

Alghero. Il Coordinamento Comitati spontanei in difesa della salute scrive a Doria e ai direttori di Asl e Aou

Manifestazione Alghero a difesa della Sanita
Stilati 10 punti con tutte le priorità da affrontare per risolvere carenze e criticità che interessano i servizi sanitari della città e del territorio.

ALGHERO. Dopo la partecipata manifestazione in difesa della sanità pubblica di sabato scorso ad Alghero, il “Coordinamento Comitati spontanei a difesa della salute” ha inviato una lettera aperta all’assessore regionale alla Sanità Carlo Doria, al direttore generale dell’Asl di Sassari Flavio Sensi e al direttore generale dell’Aou di Sassari Antonio Spano. Nella missiva, il Coordinamento ha stilato 10 priorità con l’invito ai responsabili di fornire un programma dettagliato che indichi le modalità e i tempi per la risoluzione delle carenze e criticità che interessano i servizi sanitari di Alghero e del territorio. Di seguito il testo integrale inviato all’Assessore e ai due Direttori generali:

«L’importante  manifestazione tenutasi ad Alghero sabato scorso, a cui hanno partecipato diverse associazioni di volontariato, alcuni consiglieri regionali, il Consiglio Comunale di Alghero, il Sindaco ed ex Sindaci di Alghero, nonché numerosi cittadini, ha messo in evidenza le criticità e le carenze dei servizi sanitari di Alghero e del territorio.

Sono state denunciate numerose inadempienze e disservizi che ricadono sui cittadini; l’Assessore Regionale alla Sanità  e i Direttori Generali, quali amministratori di enti che devono garantire servizi pubblici essenziali quali quelli sanitari, sono chiamati in prima persona a dare risposte. Ciò premesso i sottoscritti, in nome e per conto del Coordinamenti dei comitati spontanei a difesa della salute e quindi della cittadinanza algherese e del territorio, chiedono alle SS.LL.:

  1. La riduzione delle  liste di attesa di numerose prestazioni specialistiche, soprattutto per le patologie più gravi quali quelle oncologiche, neurologiche, nefrologiche, cardiologiche, etc.;
  2. L’immediata e piena funzionalità dei due Centri Unici di Prenotazione, oggi inefficienti;
  3. L’attivazione da parte del Distretto di Alghero degli Ambulatori Straordinari di Continuità Assistenziale in grado di garantire l’assistenza a circa 3000 cittadini a tutt’oggi sprovvisti di medico di base;
  4. La piena funzionalità dei diversi reparti (Ostetricia e Ginecologia, Pediatria, Medicina, Nefrologia, Cardiologia, Ortopedia, Centro Trasfusionale, etc.) con l’assegnazione di personale medico ed infermieristico; la notevole carenza di personale costringe quello in servizio ad eccessivi carichi di lavoro, costretto a turnazioni ed orari che potrebbero superare i limiti previsti dalla norma;
  5. L’attivazione del reparto di Terapia Intensiva realizzato da tempo presso l’Ospedale Civile di Alghero, ad oggi inutilizzato, e per il quale sono state spese ingenti risorse finanziarie pubbliche;
  6. La piena funzionalità del reparto operatorio dell’Ospedale Marino di Alghero, da troppo tempo oggetto di interventi di ristrutturazione;
  7. L’adozione da parte dell’Assessorato Regionale alla Sanità del Piano Nazionale delle Cronicità necessario per l’individuazione dei percorsi assistenziali a favore dei pazienti affetti da patologie croniche degenerative;
  8. Il Centro di Salute Mentale di Alghero deve essere dotato di un numero adeguato di psichiatri, psicologi e assistenti sociali, tenuto conto del numero dei pazienti in carico al medesimo servizio;  la riattivazione del Centro Diurno, già operativo in passato e con buoni esiti assistenziali;
  9. L’apertura del nuovo reparto di Lungodegenza e del servizio di Neurologia;
  10. l’Assessore Regionale alla Sanità dovrà, inoltre, garantire con atti concreti e non solo a parole, il finanziamento e la progettazione del nuovo Ospedale di Alghero, la cui realizzazione è stata prevista da anni nell’area adiacente all’Ospedale Civile di Alghero.

Queste sono alcune delle priorità, non esaustive, che sono state evidenziate da tempo e, da ultimo, durante la citata assemblea pubblica; si chiede pertanto alle SS.LL un programma che evidenzi le modalità e i tempi per la soluzione delle carenze sopra evidenziate.

Alghero, 16 ottobre 2023

Il Coordinamento Comitati spontanei a difesa della salute

Le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.