• 30 Gennaio 2023
  •  

Berchidda. Ciclismo, Distintivo e Medaglia al merito per il giudice di gara Filiberto Crasta

Filiberto Crasta jpg
La Federciclismo ha riconosciuto in Berto Crasta un autentico sportivo che con passione, tenacia e competenza ha dedicato 49 anni della sua vita allo sport delle due ruote.

BERCHIDDA. Il giudice di gara Filiberto Crasta ha ricevuto dalla Commissione Nazionale della Federciclismo il “Distintivo” e la “Medaglia al merito” per i suoi 49 anni di attività al servizio del ciclismo. La solenne cerimonia si è tenuta nel corso del convegno tecnico nazionale che si è svolto di recente nel palazzo del turismo di Riccione.

L’importante riconoscimento (nella circostanza è stato assegnato a soli tre giudici in Italia) premia un uomo che in quasi mezzo secolo di attività ha profuso tantissime energie a favore del ciclismo, impegnandosi in centinaia di gare giovanili, amatoriali e agonistiche, nel dirigere e coordinare le attività dei colleghi di giuria nel controllo delle gare in tutte le parti della Sardegna e non solo.

La Federciclismo nel consegnare il Distintivo e la Medaglia al merito ha riconosciuto in Berto Crasta un autentico sportivo che con passione, tenacia e competenza ha dedicato una vita al ciclismo, nelle forme più svariate, sino al delicato e autorevole ruolo di giudice di gara.

Essebi novembre ok 2

Durante la sua lunga attività, nelle competizioni si è spesso confrontato con atleti piccoli e grandi, mostrando grandi doti umane e buon senso. Così anche nel prendere decisioni, non sempre condivise, per garantire la regolarità della gara. Da educatore inoltre ha sempre cercato di trasmettere i veri valori dello sport, nel rispetto delle regole.

In quarantanove anni di attività ha vissuto il mutamento dei tempi, l’evoluzione del ciclismo, assecondando novità tecnologiche e gli imprescindibili strumenti informatici, in grado di dare risposte immediate, sempre all’altezza, nell’esercizio delle sue funzioni.    

«Nel corso della mia attività – commenta con modestia un soddisfatto Berto Crasta – il concetto che mi ha ispirato ha sempre avuto un filo conduttore: la sanzione, la penalità non dev’essere concepita come una punizione verso chi l’ha commessa, piuttosto deve essere interpretata come una garanzia per quanti hanno invece rispettato la regola».

Riposta nell’armadio la divisa blu di giudice di gara, Filiberto Crasta, vero gentlemen, divenuto un’istituzione nel mondo dello sport e conosciuto in tutta la Sardegna anche per i suoi trascorsi da calciatore prima e presidente del Berchidda Calcio poi, trova ancor oggi il tempo per inforcare la sua vecchia bicicletta e fare qualche salutare giretto. Il tempo passa, ma la passione rimane!

Giuseppe Mattioli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it