• 24 Aprile 2024
  •  

Maria Oppo vince la 1^ edizione del Sedilo Poetry Slam

Sedilo Poetry Slam
Secondo classificato Basilio Carta, terzo Roberto Nieddu.

SEDILO. Davanti a oltre un centinaio di spettatori, la sedilese Maria Oppo ha vinto lo scorso 9 dicembre a Sedilo il secondo Poetry Slam sardo della stagione slammistica e poetica 2023-24. L’appuntamento, andato in scena nel centro culturale comunale “Sa prima ighina”, è stato organizzato e promosso dall’associazione SUQ insieme al Poetry Slam Sardegna.

Maria Oppo, 28 anni, campionessa in carica del Poetry Slam Sardegna, con questo successo si è guadagnata l’accesso alla prossima finale sarda grazie ai componimenti “Figlio delle fate”, dedicato ai suoi pazienti neurodivergenti, e “Abba”, una riflessione sul cambiamento climatico e sull’evoluzione del rapporto tra Uomo e Natura.

vincitrice Maria Oppo Poetry Slam Sedilo
L’esibizione di Maria Oppo

Secondo si è classificato Basilio Carta, anche lui di Sedilo, mentre il terzo posto è andato al burghese Roberto Nieddu. Il podio finale è stato decretato dalla giuria popolare scelta, secondo la regola del Poetry Slam, tra il folto e appassionato pubblico presente. I giurati hanno valutato le esibizioni dei singoli performer, i quali hanno interpretato i loro testi con la sola voce e la gestualità del corpo, senza limiti di tema, forma e lingua e senza l’uso di oggetti scenici e accompagnamenti musicali.

Alla gara hanno partecipato anche: Bobore Marceddu (Oniferi), Francesco Cambiganu (Pattada), Gavino Arca (Codrongianos), Gianluigi Deiana (Ardaule), Giovanni Battista Pes (Sedilo), Isangela Gasole (Lula), Luca Bulla (Anela), Marieddu Demontis (Ossi), Marta Meloni (Sassari), Rosa Corongiu (Atzara), Angelo Ardu (Flussio).

La sfida, che ha visto una prevalenza di testi in sardo con commistioni di stili e generi e con temi legati all’attualità, contro la guerra e per la pace in Palestina e in Ucraina e a sostegno dei diritti delle donne, è stata presentata e animata dal Maestro di cerimonia Giovanni Salis con il supporto di Elena Bottazzi, nelle vesti come notaia di gara. Hanno partecipazione, in qualità di ospiti speciali, il poeta Peppino Rosas di Noragugume e il talentuoso organettista di Burgos Giuseppe Roccu per gli stacchetti musicali.

Per l’occasione è stato inoltre assegnato anche un premio della critica alla sassarese Marta Meloni per i suoi componimenti dedicati alla causa palestinese tratti dalla sua prima raccolta poetica “Tornerò alle tue terre. Vita, memorie e lotta” pubblicata da Catartica Edizioni.

Il poetry slam anche in questa prima edizione di Sedilo ha dimostrato ancora una volta che la scena sarda, la quale ormai conta diverse centinaia di poeti e performer di tutte le età ed estrazione sociale, è una delle più vivaci e originali nell’intero panorama italiano. Il prossimo appuntamento sarà al Jester Club di Cagliari il 16 dicembre.

Come sempre i vincitori di ogni singola tappa isolana parteciperanno alla Finale del “Poetry Slam Sardegna” dove si potrà competere per accedere alle prossime alle Finali Italiane organizzate dalla L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam).

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.