• 24 Luglio 2024
  •  

Presentato a Roma il Rally Italia Sardegna, iscritti 74 equipaggi

Il Rally Italia Sardegna in Gallura e Monte Acuto
La gara, sesta prova del Mondiale, si svolgerà in quattro giornate da giovedì 1 a domenica 4 giugno.

È stato presentato ieri a Roma nella sede dell’Automobile Club d’Italia il Rally Italia Sardegna, gara automobilistica che si terrà per la ventesima volta sull’Isola. Sesta prova del Mondiale, la manifestazione si svolgerà in quattro giornate da giovedì 1 a domenica 4 giugno nelle strade della Gallura e del Monte Acuto. I comuni interessati sono Aglientu, Alà dei Sardi, Arzachena, Bortigiadas, Buddusò, Calangianus, Erula, Loiri Porto San Paolo, Luogosanto, Monti, Olbia, Oschiri, Ozieri, Padru, Palau, Pattada, Perfugas, Santa Teresa di Gallura, Tempio Pausania e Tula.

La prova conta un percorso di 1.170 Km, 322 dei quali suddivisi in 19 prove speciali. Sono 74 gli equipaggi iscritti in rappresentanza di 27 nazioni – numero record –, tra questi anche 8 piloti sardi.

Essebi maggio 2023

«Dal punto di vista logistico sportivo non è stato facilissimo, per i costi che occorre affrontare per una trasferta come questa. Siamo l’unica tappa del Mondiale che si svolge su un’isola. Sono stato io a insistere, benché non fossi presidente, con l’ACI ad andare in Sardegna, ed all’inizio furono passaggi molto difficili. Quando si crede in qualcosa e si hanno delle visioni, l’obiettivo si raggiunge», ha detto Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci, organizzatrice dell’evento. 

Partenza e traguardo sono previsti a Olbia. Giovedì 1 giugno dopo lo start alle 18.02 dal Lungomare olbiese, si parte con la prova speciale televisiva alle 18.05. Venerdì 2 giugno, 6 tratti cronometrati, compresi i due passaggi sulla lunga ed inedita “Monte Lerno” da 50 Km, pista più lunga della storia del RIS. Sabato 3, ancora 8 prove speciali e domenica 4 tappa conclusiva con gli ultimi 4 crono prima dell’arrivo ed il podio finale a partire dalle ore 15.

«Buona parte del percorso si snoda nei territori gestiti da Forestas, perciò grazie alla collaborazione con l’Agenzia regionale si potranno far conoscere anche le bellezze isolane in campo forestale. I grandi numeri messi in campo dall’organizzazione (circa mille persone coinvolte) fanno intuire che la manifestazione avrà un enorme impatto economico in tutto il territorio», ha affermato l’assessore regionale al Turismo Gianni Chessa.

Senza precedenti la copertura TV nazionale, che si sommerà a quella live internazionale di WRC+, grazie all’intervento massiccio della RAI che trasmetterà 5 prove speciali, di cui una in diretta per la prima volta su RAI 2.

A Roma, oltre al presidente dell’Aci e all’assessore Chessa, erano presenti anche Giulio Pes di San Vittorio, presidente comitato regionale ACI Sardegna e Presidente AC Sassari – Settimo Nizzi, sindaco di Olbia – Marco Franzelli, direttore di RAI Sport – Antonio Turitto, direttore generale Rally Italia Sardegna.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.