• 19 Aprile 2021
  •  
Logudorolive

Progetto Ozieri: la Commissione Covid una scelta al servizio dei cittadini

gruppo Progetto Ozieri Bianca Maria Balata e Adriana Sotgia:

Le due esponenti di minoranza del gruppo Progetto Ozieri Bianca Maria Balata e Adriana Sotgia: «Riteniamo che fare opposizione significhi non solo vigilare e opporsi a scelte non condivise, ma anche proporre e collaborare per il bene dei cittadini e portare all’attenzione questioni trascurate».

OZIERI. Il 23 febbraio scorso si è insediata la nuova Commissione straordinaria Covid. Il nuovo organismo consiliare composto da sei esponenti del gruppo di maggioranza Comune Obiettivo e da due della seconda forza di opposizione Progetto Ozieri. Fuori per scelta propria, invece, l’altro gruppo di minoranza Prospettive per Ozieri.

Su questa nuova iniziativa si sono espresse le due consigliere di Progetto Ozieri, Bianca Maria Balata e Adriana Sotgia, le quali hanno subito sottolineato gli aspetti positivi del nuovo organismo, istituito con l’obiettivo di dare sostegno alla comunità ozierese segnata dalle conseguenze negative della pandemia.

«La Commissione, che ha carattere permanente e multidisciplinare – spiegano infatti Balata e Sotgia –, si potrà riunire con immediatezza e con libertà di azione» rispetto «a tutti gli argomenti» e problemi che di volta in volta si presenteranno. Pertanto «il nuovo organismo – continuano – ci darà la possibilità di proporre soluzioni in velocità, scavalcando le lungaggini dei procedimenti burocratici, rendendo di fatto questo strumento utile alla collettività». Grazie al quale tra l’altro «si potrà interloquire direttamente sia con gli amministratori che con altre figure esterne che potranno essere di aiuto allo scopo».

«Sono state avanzate già diverse proposte – continuano – sulla cui realizzazione stiamo lavorando in tempi stretti. In particolare ci si sta concentrando sulle fasce della popolazione più fragili, quelle maggiormente colpite dalla pandemia, e soprattutto sui giovani».

«Già dalla prossima settimana – aggiungono – la Commissione ha organizzato per il 3 marzo, alle ore 10, un seminario online con il professor Giovanni Sotgiu, specialista in malattie infettive e statistica medica, per affrontare le possibili soluzioni alle gravi problematiche causate dall’emergenza del Coronavirus».

Pare dunque che la Commissione sia partita di buona lena, con i giusti propositi, specialmente per il gruppo Progetto Ozieri che, nonostante il suo ruolo di forza di opposizione, non si è tirato indietro davanti alla responsabilità di dover dare risposte a una comunità in piena crisi sociale ed economica. E il sì convinto all’istituzione della nuova Commissione Covid va proprio in questa direzione, al netto delle diverse posizioni politiche e ideologiche che la dividono dalla maggioranza.

«Riteniamo – argomentano infatti Balata e Sotgia – che fare opposizione significhi non solo vigilare e opporsi a scelte non condivise, ma anche proporre e collaborare per il bene dei cittadini e portare all’attenzione questioni trascurate. Proprio per questo, la nostra scelta è stata quella di sollecitare e assecondare la nascita di una commissione permanente e multidisciplinare per l’emergenza Covid. Per affrontare i problemi che la pandemia sta disseminando in tutte le categorie sociali. Allo stesso tempo, però, delegando le azioni sanitarie a chi ne ha la piena competenza».

«Vogliamo contribuire – rimarcano ancora con altre parole Balata e Sotgia – ad aiutare chi si trova in difficoltà a diversi livelli ed in diversi settori, poiché il momento gravissimo richiede assunzione di responsabilità, lasciando fuori personalismi propagandistici. Siamo consapevoli che ogni ulteriore risorsa, in questa straordinaria circostanza, sarà utile».

Leggi anche: OZIERI, GIORDANO E BALATA ALLA GUIDA DELLA COMMISSIONE SPECIALE COVID