• 30 Gennaio 2023
  •  

Scomparso Graziano Pianezzi, colonna del Berchidda Calcio negli anni ’70 e ’80

Graziano Pianezzi

BERCHIDDA. Una folla strabocchevole composta da berchiddesi, ma anche da molte persone provenienti dai più disparati centri della Sardegna, che la chiesa parrocchiale di San Sebastiano non è riuscita a contenere, ed una sincera condivisione del dolore per la scomparsa di una persona operosa, buona e generosa. Così la comunità berchiddese ed i tantissimi amici di cui si era saputo conquistare la stima ed il rispetto, hanno voluto accompagnare (mercoledì 28 dicembre 2022) nell’estremo saluto Graziano Pianezzi, già tecnico presso la locale azienda elettrica, ed ora in quiescenza, che era stato vittima di una caduta dalla scala nella sua campagnetta, che inizialmente non sembrava avesse provocato gravi danni, ma che, col passare dei giorni, lo ha portato alla morte a 67 anni, fra lo sgomento generale.

Sposato con Maria Giovanna, tre figli – Andrea, Elena e Giulia –, Graziano era conosciuto anche al di fuori del centro logudorese come calciatore prima ed allenatore poi, sempre indossando la casacca bianconera del “suo” Berchidda, nel quale aveva esordito nel 1972, costituendo, fino al 1989, una delle colonne portanti della squadra, e curando, per oltre un decennio, la crescita di intere generazioni di giovani, che istruiva dal punto di vista sportivo, ma anche e soprattutto dal punto di vista umano, insegnando loro, insieme al calcio,  i più importanti valori ed ideali dello sport che per lui erano irrinunciabili. 

Ma non è esagerato dire che Graziano era tante cose insieme: un premuroso sposo e padre, un fervente e praticante cattolico, un ottimo professionista ed un accorto delegato sindacale della UIL FPL, nonché un educatore ed una persona da sempre impegnata nel volontariato che, anche una volta uscito in quiescenza, era rimasto un punto di riferimento per l’intera comunità berchiddese. 

Sarà molto difficile dimenticarlo, a lui il grazie per quanto fatto e per i molti e pregnanti messaggi ed esempi che lascia in eredità a quanti lo hanno conosciuto. Grazie per quello che hai fatto e grazie per quello che ci hai dato, Graziano. La terra ti sia lieve.

Raimondo Meledina

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Essebi novembre ok 2