• 17 Ottobre 2021
  •  

Stanziati dalla Regione quasi 10 mln di euro per gli studenti con disabilità

Destinati dalla Giunta regionale 9 milioni e 800 mila euro per finanziare interventi di sostegno all’istruzione per gli studenti con disabilità, come l’assistenza scolastica, il trasporto e l’acquisto di attrezzature. Questa dunque la somma messa in campo a supporto delle nuove Linee Guida varate dalla Regione per il diritto allo studio dei ragazzi diversamente abili nelle scuole dell’Isola. A partire dall’anno scolastico 2020/2021, il riparto dei fondi tra gli Enti locali competenti, avverrà in modo direttamente proporzionale ai fabbisogni, determinati sulla base dei dati comunicati dai Comuni e Provincie competenti.

Soddisfatto l’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Andrea Biancareddu, che sottolinea come «il diritto allo studio degli allievi con disabilità si realizza attraverso adeguate misure di sostegno, alle quali concorrono a livello territoriale, con proprie competenze, anche gli Enti Locali e il Servizio Sanitario Nazionale. Gli studenti con disabilità che frequentano le scuole primarie e secondarie in Sardegna rappresentano circa il 4% del totale».

«Tale valore – continua ancora Biancareddu – si attesta su un livello superiore rispetto al valore nazionale che risulta pari a circa il 3,3%. L’intervento delle istituzioni deve essere coordinato e deve essere evitato qualunque ostacolo che possa limitare il regolare svolgimento dei servizi di supporto organizzativo».

«L’approvazione delle nuove Linee Guida Regionali – spiega Biancareddu –, è quanto mai opportuna per chiarire nel miglio modo possibile i ruoli, le competenze delle Istituzioni coinvolte e le modalità operative dei processi di erogazione dei servizi in favore degli studenti con disabilità che frequentano le scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio regionale. Le Linee guida regionali sono il risultato di un grande processo partecipativo che ha coinvolto tutti i portatori di interesse, svolto nell’ambito dei lavori del Tavolo tematico appositamente costituito all’interno dell’Osservatorio Regionale sulla dispersione scolastica».

Nella foto: l’assessore regionale alla Pubblica istruzione Andrea Biancareddu