• 23 Aprile 2024
  •  

Al via a Calangianus la 20esima edizione della Sagra del bovino gallurese

Sagra del bovino gallurese Calangianus
L’evento di sabato sarà preceduto nella giornata di oggi, venerdì 28 luglio, da un convegno nell’aula consiliare del Comune sul tema dello sviluppo degli allevamenti bovini da carne in Gallura.

CALANGIANUS. Al via domani sabato 29 luglio alla 20esima edizione della Sagra del bovino gallurese di Calangianus. Evento organizzato dall’associazione Amichi di La Graiglia, nato nel 2001 dal desiderio di valorizzare gli allevamenti bovini della Gallura e far conoscere il territorio.

Durante la manifestazione oltre a gustare le carni lungo le tavolate in via Roma e via Guglielmo Marconi, i partecipanti potranno visitare i luoghi della cultura del paese recentemente entrato a far parte dei Borghi autentici d’Italia: la mostra del sughero, il Museo diocesano di Arte sacra, camminare lungo il sentiero dell’ex ferrovia Tempio-Monti e visitare la tomba dei giganti di Pascaredda.

In occasione dell’edizione numero venti l’Associazione propone un’edizione ricca di novità. La prima riguarda la nuova immagine della Sagra. Il logo, ideato dalla società Requadro Srl, nasce dal desiderio di dare una nuova immagine all’evento, certificandone la qualità e rafforzando il legame con il territorio. Protagonista del logo è, ovviamente, il bovino allevato in Gallura che stringe tra i denti le foglie di quercia, richiamo al sughero di Calangianus.

Una seconda importante novità riguarda la visite agli allevamenti bovini organizzate in collaborazione con il travel blogger “Un sardo in giro”. Per la prima volta durante la giornata della Sagra sarà possibile visitare gli allevamenti bovini del territorio. Un’occasione per conoscere da vicino la vita dei bovini che pascolano sui colli galluresi e il lavoro degli allevatori.

Novità anche nel menù: quest’anno infatti i partecipanti alla Sagra avranno la possibilità di concludere la cena gustando Bolmea, il gelato di qualità artigianale prodotto in Gallura da Soffici Bontà.

Infine, la sagra, si arricchirà con “L’Arcipelago della Tradizione”, un itinerario proposto da Requadro Srl, che quest’anno darà supporto all’organizzazione dell’evento, per scoprire i sapori e l’artigianato del territorio.

L’evento sarà preceduto nella giornata di oggi, venerdì 28 luglio, da un convegno nell’aula consiliare del Comune sul tema dello sviluppo degli allevamenti bovini da carne in Gallura, alla presenza dei rappresentanti degli allevatori e degli operatori economici. Alle 22 si svolgerà inoltre la spiedatura dei bovini in via Roma.

Programma della XX Sagra del bovino gallurese

Sabato 29 luglio
Ore 10.30 e 15.30 Visite guidate agli allevamenti bovini con prenotazione online.
Ore 18.00 Sfilata maschere tradizionali e gruppi folk con inizio da Via Vittorio Emanuele
“Boes e Merdules” di Ottana.
Coro “Lachesos” di Mores
Gruppo “Su bundhu di Orani”
La mascara Gadduresa
Gruppo Folk “Lu Rizzatu” di Calangianus
Ore 18.00 Apertura de L’arcipelago della Tradizione.
Ore 19.00 Apertura grandi tavolate della sagra.
Ore 22.00 Serata di liscio in piazza Marconi.

La partecipazione all’iniziativa è gratuita ma a numero chiuso e occorre prenotarsi online al link diffuso sui canali social della Sagra.

Social (Instagram, Facebook): @sagradelbovino #sagradelbovino2023 – Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/648066950103826 – Web: www.sagradelbovinogallurese.it


Ultimi articoli

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.