• 23 Aprile 2024
  •  

Beata Vergine della Difesa: a Stintino una festa che unisce

Festa patrona Stintino

STINTINO. La comunità stintinese si è riunita ieri per celebrare la sua patrona, la Beata Vergine della Difesa. L’appuntamento, che si ripete da quasi 160 anni, è stato un’occasione di unione e di festa per tutti. La celebrazione religiosa è stata presieduta dal parroco di Stintino don Daniele Contieri – e concelebrata da don Antonio Serra – che ha esortato i fedeli a unirsi al cuore della Vergine.

Al termine della funzione il simulacro della Madonna è stato poi portato in processione, accompagnato da 24 bandiere votive provenienti dal territorio della Nurra. Tante, poi, anche le imbarcazioni che hanno seguito a mare la suggestiva processione, con il lancio della corona di fiori in onore dei caduti del mare. Tra le autorità civili presenti all’evento, la sindaca di Stintino, Rita Vallebella, l’assessore all’Ambiente di Porto Torres Massimiliano Ledda, la sindaca di Erula Marianna Fusco e il vicesindaco di Castelsardo Roberto Fiori.

Processione a mare Stintino

Un tocco di colore e tradizione è stato dato dai gruppi folkloristici con la presenza delle ragazze di Casa Bande di Bultei, il gruppo folk Ampuriesu di Valledoria, quindi il gruppo folk Li Bainzini di Porto Torres e i Pizzinnos bellos di Sennori. Tra gli ospiti anche i rappresentanti dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La festa ha anche avuto un’importante valenza aggregativa, con la presenza in paese di tanti stintintesi emigrati, che hanno approfittato dell’occasione per ritrovare i propri cari.

A guidare la lunga processione è stata la Confraternita della Beata Vergine, con i confratelli vestiti con il loro abito caratteristico guidati dal priore Antonio Diana (nella foto in basso). «Lo spirito di unione – ha detto Diana – rispecchia l’animo della nostra festa che, da quasi 160 anni, si ripete immutata nella comunità stintinese. Una ricorrenza che unisce quindi e lo ha dimostrato appieno».

Stintino il priore Antonio Diana

La celebrazione religiosa ha trovato il suo complemento poi nei festeggiamenti civili con il magico spettacolo pirotecnico sul lungomare Colombo e il concertone in Piazza dei 45 che ha richiamato dalle 22.30 una marea di giovani, i quali, fino alle 2 di notte, hanno ballato e cantato. Sul palco si sono alternati la band reggae del sassarese Forelock, al secolo Alfredo Puglia, quindi il gruppo salentino dei Sud Sound System (nella foto in basso) con la loro musica raggamuffin e dancehall reggae. A salutare la festa, infine, sono state le note disco di DJ Giorgio Prezioso.

Sud Sound System

Oggi, domenica 10 settembre, sarà ancora festa con il palio remiero (ore 12) e poi la sera, alle 20 in piazza dei 45, prima con la premiazione dei giochi e alle 22 la musica di Beppe Dettori.
Nel prossimo fine settimana, la piazza dei 45 ospiterà sabato 16 l’immancabile sagra del pesce e alle 22 musica con lo “Stintino Guitar Contest”, mentre domenica 17 la casa della Confraternita sarà il punto di ritrovo dei componenti del sodalizio stintinese. Alle 15, infatti, si ritroveranno per l’elezione del nuovo priore, che raccoglierà il testimone da Antonio Diana.
Alle 17 la chiesa parrocchiale, dopo la messa e la processione per le vie del paese, sarà il luogo canonico per lo scambio della bandiera tra priore uscente e nuovo.

La festa è organizzata con il patrocinio del Comune di Stintino, della Fondazione di Sardegna, Camera di Commercio, Salude e Trigu e con le offerte dei cittadini, commercianti e di tanti amici di Stintino.

Leggi altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.