• 27 Gennaio 2021
  •  
Logudorolive

Con le nuove nomine del Vescovo a Ozieri nasce il progetto “Comunità di parrocchie”

OZIERI. Con l’inizio del nuovo anno pastorale, il vescovo Corrado Melis ha comunicato alcune nuove nomine che interessano Ozieri e in particolare la riorganizzazione della vita parrocchiale della Città e quindi delle quattro parrocchie del centro: Cattedrale, Santa Lucia, San Francesco e Santo Bambino di Praga. Inoltre, mons. Melis, ha annunciato il nome del nuovo parroco della comunità di Alà dei Sardi e il nuovo amministratore della parrocchia Beata Vergine del Rosario di Bottidda.
«Tutti siamo al corrente della diminuzione del numero dei sacerdoti – ha scritto il Vescovo in una lettera inviata alla comunità pastorale di Ozieri –. Altresì siamo al corrente delle dolorose e impreviste situazioni che riguardano le comunità di S. Lucia e del Santo Bambino. La Comunità di S. Lucia per la scomparsa improvvisa e prematura del nostro caro don Uccio Spanu. La Comunità del Santo Bambino per la sopravanzata età del parroco padre Giuliano e al momento di un impossibile ricambio. Padre Giuliano lascia solo l’ufficio di parroco per cedere il passo a più giovani energie, continuando con padre Salvatore e padre Valerio ad esercitare il ministero sacerdotale con lo spirito Carmelitano nella parrocchia e nella Città».
«Perciò intendo indicare in questa situazione il progetto di una “Comunità di parrocchie” che attuano una reciproca collaborazione in vista di una pastorale sinergica e di una comunione più visibile – ha aggiunto mons. Melis –, che assicuri più razionale distribuzione delle risorse umane e una maggiore efficacia all’organizzazione parrocchiale. Sarà compito delle “Comunità di parrocchie” attuare e individuare percorsi comuni di catechesi e di evangelizzazione, in particolare in occasione delle feste religiose e delle espressioni della pietà popolare, formazione permanente degli operatori pastorali, Lectio divina, preparazione ai sacramenti del battesimo e del matrimonio, forme di condivisione in favore dei poveri e di presenza nel territorio».

Il novello sacerdote don Giovanni Antonio Loi e don Giammaria Canu, nuovo parroco di Alà

Per realizzare questo progetto il Vescovo ha quindi dato seguito alle seguenti nomine:
don Antonello Satta restando parroco della Cattedrale assume l’incarico di Amministratore parrocchiale della parrocchia Santo Bambino di Praga in Ozieri, con la collaborazione della Comunità dei Padri Carmelitani padre Giuliano, padre Salvatore, padre Valerio;
don Roberto Arcadu restando parroco di San Francesco rinnova l’incarico di Amministratore parrocchiale della parrocchia Santa Lucia;
don Giovanni Antonio Loi dopo l’Ordinazione presbiterale del 10 di ottobre scorso, assume l’incarico di Vicario parrocchiale di San Francesco in Ozieri;
Padre Giuliano Bertoni e padre Valerio Ginesi Vicariparrocchiale del Santo Bambino in Ozieri.

Don Vittorio Falqui e padre Silvano Marongiu, nuovo amministratore della parrocchia di Bottidda

Per quanto riguarda la comunità parrocchiale di Alà dei Sardi: don Giammaria Canu assume l’incarico di parroco di Sant’Agostino.
Padre Silvano Marongiu invece assume l’incarico di Amministratore parrocchiale di Bottidda.
Don Diego Marchioro, infine, usufruirà per sua richiesta di un anno sabbatico nella diocesi di Cagliari, come previsto nel Direttorio per il ministero e la vita dei presbiteri.

Una particolare ringraziamento il vescovo Corrado ha riservato, «per la preziosa esperienza pastorale», a don Vittorio Falqui che, seppur lasciando per raggiunti limiti di età e di salute la direzione della parrocchia di Alà, rimane a disposizione della Diocesi. Gratitudine è stata espressa dal Vescovo anche per la Comunità dei Padri Carmelitani e la Curia Provinciale «per la rinnovata collaborazione e presenza in Ozieri e in Diocesi».