• 7 Febbraio 2023
  •  

Etichette del vino come quelle delle sigarette, l’Ue autorizza l’Irlanda

Bottiglie vino
Allarme di Coldiretti Sardegna: «Decisione pericolosa» che «falsifica la realtà».

«Un approccio semplicistico quanto pericoloso che falsifica la realtà e potrebbe avere delle serie conseguenze dal punto di vista economico». È quanto sostiene Coldiretti Sardegna nel commentare l’autorizzazione Ue concessa all’Irlanda che potrà adottare, senza tener conto delle quantità, un’etichetta per vino, birra e liquori con avvertenze terroristiche, come “il consumo di alcol provoca malattie del fegato” e “alcol e tumori mortali sono direttamente collegati” nonostante i pareri contrari di Italia, Francia e Spagna e altri sei Stati Ue, che considerano la misura una barriera al mercato interno.

«Il vino è uno dei prodotti simbolo della dieta mediterranea – evidenzia il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu – quella che ha consentito alla Sardegna di vantare un altissimo numero di ultracentenari e avere al suo interno una delle cinque blue zone al mondo, quelle dove si vive più a lungo».

Essebi novembre ok 2

«Il problema di un eccessivo consumo di alcool – prosegue Cualbu – è da stigmatizzare ed è un problema sociale che va affrontato ma non può essere associato al vino, alla birra e ad un loro consumo moderato che anzi (se consumato con moderazione) fa bene ed è attestato scientificamente oltre che dall’esperienza come ci testimoniano i tanti ultracentenari che hanno in tanti hanno sempre testimoniato di aver bevuto un bicchiere di vino tutti i giorni».   

«È una decisione pericolosa e falsifica la realtà – dice il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba – si assimilano due piani opposti come il consumo smodato dell’alcool è quello del vino che non è tra l’altro alcool ma un alimento. Il consumo fuori controllo anche degli alimenti più neutri e salutari fa male alla salute. È un tentativo simile all’etichetta a semaforo che abbiamo smontato come Coldiretti perché falsifica la realtà penalizzando i cibi buoni e sicuri con serie ripercussione su una corretta alimentazione. In questo modo passa il messaggio falso che il vino è nocivo».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it