• 19 Maggio 2024
  •  

Pastori del Kirghizistan in Sardegna, Desirè Manca (M5s): «Manodopera a basso costo?»

Pastore 2
Interrogazione della consigliera regionale al Presidente della Regione e all’Assessore all’Agricoltura.

La Coldiretti Sardegna ha stretto un accordo con il ministero del Lavoro del Kirghizistan per portare in Sardegna un centinaio di pastori kirghisi e delle loro famiglie. L’obiettivo del progetto è quello di salvare gli allevamenti e la tradizione agroalimentare nelle aree a rischio di spopolamento. Alla luce di ciò, la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Desirè Manca ha presentato un’interrogazione al Presidente Solinas e all’Assessore all’Agricoltura per chiedere quale ruolo intenda ricoprire la Regione Sardegna all’interno del progetto. Manca ritiene infatti che il progetto sia, almeno per come è stato presentato, “mirato al reclutamento di manodopera a basso costo” e che non tenga conto delle condizioni lavorative che rendono impossibile l’ingresso dei giovani sardi nel settore agropastorale.

L’intervento di Desirè Manca

«La sezione sarda di Coldiretti ha stretto un accordo con il ministero del Lavoro del Kirghizistan per avviare un progetto pilota che prevede l’arrivo in Sardegna di un centinaio di pastori kirghisi e delle loro famiglie con l’obiettivo dichiarato di salvare gli allevamenti e la tradizione agroalimentare nelle aree a rischio di spopolamento nei tre distretti rurali di Sassari, delle Barbagie e del Sarrabus.

Desirè Manca

Considerato che lo spopolamento del territorio è anche figlio delle condizioni lavorative che rendono impossibile l’ingresso dei nostri giovani nel settore agropastorale, e della mancanza di servizi nei distretti indicati nel progetto, ritengo che un ipotetico progetto per la salvaguardia della nostra tradizione agroalimentare dovrebbe vedere come protagonisti gli allevatori sardi. Il progetto così come descritto dalle notizie di stampa pare piuttosto mirato al reclutamento di manodopera a basso costo da inserire con contratti di apprendistato.

La Regione intende ottenere dal Ministero dell’Agricoltura lo stesso sostegno per gli allevatori e agricoltori sardi provati dai rincari delle materie prime? L’Assessorato quali azioni intende mettere in campo affinché i giovani sardi abbiano la possibilità e gli strumenti per fare impresa nei territori interessati dal progetto? Quali azioni si intende porre in essere affinché nei territori interessati dal progetto pilota si superi la mancanza di servizi che ne causano lo spopolamento?».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.