• 23 Aprile 2024
  •  

Castelsardo, dal Pnnr in arrivo oltre 960mila euro per la raccolta dei rifiuti

Castelsardo
Il progetto presentato dal Comune è stato approvato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

CASTELSARDO. Oltre 960mila euro dai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). È quanto ha ottenuto il Comune di Castelsardo dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica per migliorare il proprio servizio di raccolta rifiuti e per il completamento e la realizzazione del nuovo centro di raccolta comunale. La graduatoria definitiva è stata pubblicata nei giorni scorsi dal Dipartimento Sviluppo Sostenibile del Ministero. Il progetto si è posizionato al 176° posto tra i meritevoli di finanziamento, su 985 domande ammesse.

In linea con quanto previsto dalla programmazione comunitaria, nazionale e regionale il piano prevede una serie di interventi che consentiranno al Comune di raggiungere obiettivi molto ambiziosi di riduzione e riciclo dei rifiuti. Ad iniziare dal miglioramento delle differenti fasi nel ciclo di raccolta, all’implementazione della meccanizzazione nella gestione dei rifiuti differenziati, al graduale passaggio alla tariffazione puntuale, alla creazione di un centro del riuso ed al completamento del nuovo Centro di raccolta comunale. Punto dove verranno posizionate pese intelligenti per una corretta verifica e un puntuale controllo, con successivo conferimento dei rifiuti tramite un sistema anche automatizzato, operativo h24.

nuvustudio

Verrà creato anche uno “Smart reuse”, un centro del riciclo e riutilizzo interno alla comunità, dove si potranno conferire oggetti considerati non più utili da alcuni ma che possono essere riutilizzati da altri, riparandoli, oppure ricavandone componenti di ricambio. Questo scambio gratuito potrà ridurre la quantità di rifiuti ed estendere la vita degli oggetti. È prevista inoltre anche l’installazione di isole ecologiche per la raccolta stradale di rifiuti riciclabili, la creazione di applicazioni dedicate ai turisti ed agli abitanti con seconde case, ma non residenti.

Nei luoghi di maggiore affollamento per la movida notturna o settimanale e/o stagionale, saranno posizionati contenitori capaci di effettuare una raccolta selettiva dei rifiuti. Mediante un sistema di attrezzature, con recinzione e controllo degli accessi, verranno realizzate aree di controllo per il conferimento dei rifiuti ingombranti e per scoraggiarne l’abbandono selvaggio. Ogni contenitore domestico sarà inoltre dotato di microprocessori passivi per identificazione elettronica, attraverso un sito web, raggiungibile dal sito del comune ed un App dedicata.

Sia l’Amministrazione che il singolo utente potranno contare su un’informazione continua circa i conferimenti effettuati ed accedere alla propria bolletta della differenziata. Quest’ultima terrà conto, con le tecnologie adeguate, dei conferimenti effettuati dagli utenti nei vari punti di raccolta possibili, a partire dai sacchi del porta a porta, mastelli e bidoncini familiari, bidoni o cassonetti condominiali e di prossimità.

«L’aggiudicazione di questo importante bando del PNRR è la ciliegina sulla torta di un percorso che è iniziato, appena insediati, con la firma di convenzioni, installazioni di eco-compattatori per raccolte selettive, con l’aggiudicazione di appositi bandi con il COREVE e di comunicazioni del CONAI», sottolinea con soddisfazione il sindaco Antonio Maria Capula. Tutte le iniziative intraprese hanno portato all’ottenimento di nuovi importanti riconoscimenti, come il premio speciale conferito dal Consorzio Nazionale RICREA per l’impegno nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio. Siamo inoltre stati premiati come primo Comune Plastic Free in Sardegna, assieme ad Elmas, oltre ad aver riconfermato il riconoscimento internazionale della Bandiera Blu e delle Vele di Legambiente, così come tanti altri», conclude Capula.

«Con il progetto finanziato si potrà migliorare anche il servizio di igiene urbana, ottimamente gestito dalla ditta Econova – sottolinea l’assessore alle Politiche Ambientali Roberto Fiori –, e verrà ampliata l’offerta di servizi rivolti ai cittadini e visitatori e si potranno ridurre, riutilizzare e riciclare i materiali, generando così risparmi sugli smaltimenti in discarica. La lotta agli abbandoni incontrollati porterà anche sicuri vantaggi per il decoro cittadino e la qualità dell’offerta turistica», chiude Fiori.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.