• 6 Febbraio 2023
  •  

Innovativo intervento neurovascolare al Mater Olbia

Intervento aneurisma Mater Olbia
Per la prima volta in Sardegna una tecnologia all’avanguardia per aneurismi cerebrali.

OLBIA. Grazie a una tecnologia di ultima generazione, al Mater Olbia una giovane è stata sottoposta con pieno successo a un trattamento endovascolare mininvasivo per un aneurisma cerebrale. Si tratta di un intervento che pone l’ospedale gallurese all’avanguardia nel trattamento della patologia neurovascolare offrendo al paziente la possibilità di prevenire emorragie cerebrali, in molti casi fatali.

«Siamo riusciti a ottenere un risultato straordinario con procedure mininvasive endovascolari che ormai costituiscono circa l’80% dei trattamenti», ha spiegato il dottor Rinaldi responsabile dell’unità complessa di radiologia.

Il dottor Matteo Cappucci, responsabile dell’unità operativa di radiologia interventistica ha eseguito l’intervento con l’aiuto dei dottori Davide Coppolino e Claudio Cau con il supporto dell’equipe tecnico-infermieristica.

nuvustudio

«L’aneurisma – commenta il dottor Cappucci – è stato trattato con una tecnica innovativa, grazie all’utilizzo di una tecnologia di ultimissima generazione (un stent a diversione di flusso con tecnologia X) che agisce sul trattamento dell’aneurisma favorendo la ricostruzione dell’arteria malata e riducendo il rischio di complicanze».

Questa tecnologia, utilizzata per la prima volta in Sardegna, è applicabile a moltissimi pazienti con questo tipo di patologia. È prevedibile che, in un prossimo futuro, questo tipo di dispositivi consentirà di ridurre la necessità di farmaci antiaggreganti per via sistemica, quali l’acido acetil salicilico, che presenta problematiche di somministrazione in caso di favismo, patologia diffusa in Sardegna. 

L’approccio alla patologia neurovascolare nasce da un rapporto di piena sinergia e collaborazione con l’équipe di neurochirurgia diretta dal professor Giovanni Sabatino: l’approccio multidisciplinare è indispensabile per offrire al paziente la migliore opzione terapeutica. 

Il dottor Cappucci e il gruppo della radiologia interventistica si occupano inoltre di molteplici patologie vascolari, tumorali e degenerative dei diversi distretti corporei con tecniche mininvasive di ultima generazione.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it