• 19 Maggio 2024
  •  

Stop cessione dei crediti superbonus, Solinas (M5s): «Colpo di grazia alle imprese edili sarde»

Solinas

«Il Governo sferra il colpo di grazia alle imprese edili della Sardegna e seppellisce una delle misure che ha avuto un effetto maggiormente propulsivo del settore delle costruzioni degli ultimi decenni, favorendo e incentivando allo stesso tempo il rispetto dell’ambiente».

Così il capogruppo del M5s in Consiglio regionale Alessandro Solinas interviene con un commento sulla stretta del Governo sui bonus edilizi.

«Con lo stop alla cessione del credito e allo sconto in fattura – continua Solinas – le imprese sarde, piccole e grandi, che hanno investito somme ingenti nella programmazione volta all’avvio di nuovi cantieri si trovano completamente allo sbando, private da un giorno all’altro di una misura che è riuscita nel duplice scopo di creare nuovi posti di lavoro e di permettere ai cittadini di intraprendere ristrutturazioni necessarie».

Becugna copia

Per l’esponente pentastellato a questo punto «il presidente Solinas non può restare in silenzio di fronte a un colpo di spugna del governo nazionale che sconfessa l’operato della Regione Sardegna che, attraverso la Finanziaria, ha messo a disposizione la propria capienza fiscale per acquistare i crediti, stimata potenzialmente in 40-50 milioni di euro al mese. Attendiamo di sapere come si comporterà il Presidente della Regione, se intenderà appiattirsi al diktat nazionale oppure difendere le nostre prerogative con coraggio».

«Secondo l’ultimo studio prodotto dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, il valore portato all’economia dell’isola dal Superbonus 110% è di 514 milioni di euro in soli due anni. Secondo i tecnici, inoltre – conclude il consigliere – i 245 milioni investiti per gli interventi sul patrimonio edilizio dei sardi andranno infatti a creare un impatto positivo di 2.1 euro per ogni euro speso».

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.