• 3 Dicembre 2022
  •  

Incendio Montiferru, olivicoltori in attesa degli indennizzi. Alessandro Solinas (M5s): «Impegni non rispettati»

Incendio Oristanese Cuglieri

«Abbiamo assistito a una lunga serie di passerelle elettorali, a un’infinità di promesse, a decine di annunci dall’intento rassicurante, ma, di fatto, la realtà è ben diversa: gli agricoltori e le imprese del Montiferru colpiti dal devastante incendio del luglio 2021 stanno ancora aspettando gli indennizzi e fatto ancor più grave gli olivicoltori non sono stati incomprensibilmente ricompresi tra i destinatari di questa prima tranche di ristori e dovranno attendere ancora chissà quanto tempo». 

Questo l’affondo del consigliere regionale del M5s Alessandro Solinas che già lo scorso 19 marzo ha presentato un’interrogazione per conoscere le tempistiche di liquidazione dei danni affinché le imprese della filiera olivicola colpite dal rogo possano accedere ai risarcimenti.

Mamma in Sardegna

«Questo governo regionale – prosegue Solinas – si è dimostrato ancora una volta incapace di andare oltre gli spot patinati, mentre i contraccolpi della crisi economica che stiamo attraversando a livello nazionale si ripercuotono sulle spalle dei lavoratori che portano avanti la coltura dell’olivo nell’Oristanese. Purtroppo da parte della Regione non si intravede nessuna capacità di ragionare in prospettiva per quanto riguarda la ricostruzione del patrimonio olivicolo che necessiterà di tempi lunghi e che sarebbe dovuta essere la prima attività su cui investire. È vergognoso che la Regione dimentichi una tra le categorie più rappresentative dell’agricoltura cuglieritana».

«La distruzione di centinaia di ettari di terreno coltivati a olivo ha messo in ginocchio decine di imprese e non si possono fare distinzioni tra diversi tipi di colture: sono decine di migliaia le piante di olivo ridotte in cenere che stanno portando al collasso l’economia della produzione olearia», conclude il consigliere pentastellato.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it