• 12 Luglio 2024
  •  

Tenuta a Budoni la 52^ assemblea regionale Avis Sardegna

52esima assemblea Avis regionale
Alla riunione presenti 128 delegati in rappresentanza di 172 sezioni iscritte alle 8 Avis provinciali.

BUDONI. La 52^ assemblea regionale Avis Sardegna, tenutasi domenica 23 aprile nell’anfiteatro comunale “Andrea Parodi” di Budoni, ha approvato tutti i punti iscritti all’ordine del giorno. I lavori sono stati coordinati dal presidente regionale Avis, Vincenzo Dore. Al tavolo, Fausto Aguzzoni, vice presidente nazionale, Antonello Carta, del direttivo nazionale, i presidenti dell’Avis provinciale Gallura, Roberta Zedde e Franco Muggianu, della neonata sezione di Budoni. Affollata l’assemblea: 128 delegati, in rappresentanza di 172 sezioni iscritte alle 8 Avis provinciali sarde. Durante i numerosi interventi sentita e appassionata è stata la difesa per il vero e unico obiettivo: la raccolta di sangue.

Assemblea Avis Regionale Budoni

Sulla scia dei dati nazionali, attestanti che l’85% del sangue raccolto in Italia è dovuto all’Avis, giungono segnali favorevoli anche dall’Isola, dove l’azione di sensibilizzazione verso la raccolta di sangue ha prodotto positivi risultati, superando brillantemente i tempi bui del Covid. Le donazioni nel 2022 sono state ben 55.536, con un incremento di 1.192 rispetto al 2021. Dato confortato dallo storico: passato da 82.287 del 2016, a 85.273 nel 2022, con un incremento di 3.611unità. Positiva anche l’azione di sensibilizzazione nel mondo scolastico, assegnate ben 100 borse di studio per gli studenti delle scuole superiori, anno scolastico 2021/2022 (con 455 donazioni) e altri 106 per i laureati (412 donazioni). Consolidata la stretta collaborazione con Sardegna solidale, il cui presidente Gianpiero Farru ha denunciato le gravi problematiche che hanno investito l’associazione. Un sentito ringraziamento è arrivato all’Avis dalla presidente regionale dell’associazione regionale Talassemici.

Finite sotto la lente d’ingrandimento alcune criticità, come i rapporti con le Asl per le difficoltà a mantenere accettabili livelli di raccolte, quelle legate all’invecchiamento dei donatori e al ricambio generazionale dei dirigenti. Evidenziate ancora una volta anche le insuperabili pastoie burocratiche e la penalizzante legge sul terzo settore, nodi che rimangono da sciogliere nel prossimo futuro. Alcuni rappresentanti della Consulta Giovanile Avis regionale sono intervenuti per esporre i loro progetti. Infine si è provveduto a nominare i delegati all’assemblea nazionale. I lavori della 52^ assemblea regionale Avis Sardegna si sono conclusi con un bel momento conviviale. L’evento si è avvalso del patrocinio della Presidenza del Consiglio regionale della Sardegna e del Comune di Budoni.

Giuseppe Mattioli 

Assemblea Avis regionale a Budoni

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.