• 19 Ottobre 2021
  •  

Li Gioi (M5S), Maddalenini ingannati: la richiesta di deroga per il punto nascita era un bluff

«Era soltanto un grande bluff, un vigliacco inganno, una vera e propria presa per i fondelli a danno di tutti i maddalenini. Da parte dell’assessore alla Sanità e di questo governo regionale sardo-leghista non c’è mai stato alcun reale interesse a far riaprire il Punto Nascita dell’ospedale Paolo Merlo di La Maddalena, e oggi possiamo dirlo a gran voce».

«A sbugiardare in modo eclatante l’assessore Nieddu sono le informazioni che abbiamo ricevuto stamane da parte dell’Ufficio del Viceministro alla Salute Sileri, che ho contattato personalmente per sapere a che punto fosse la procedura avviata a Roma».

«Così abbiamo scoperto che il Comitato Percorso Nascita regionale, incaricato dalla Regione Sardegna di fornire il proprio parere, parere vincolante – sottolinea Li Gioi –  sul mantenimento in attività del Punto Nascita maddalenino, aveva già dato parere negativo. “Si è espresso in maniera non concorde, con 8 voti contrari e 5 favorevoli, hanno precisato dagli Uffici del Ministero della Salute. Ma l’aspetto vergognoso in questa vicenda è che ciò nonostante, i vertici regionali abbiano comunque deciso di procedere all’inoltro della richiesta di parere di deroga al Comitato Percorso Nascita Nazionale, pur sapendo che verrà bocciata al cento per cento».

Questo l’attacco del consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi che avendo seguito da vicino la vicenda ha voluto vederci chiaro.

L’esponente dei Cinque stelle lo scorso 11 giugno aveva fatto richiesta di accesso agli atti all’Assessorato regionale alla Sanità per richiedere il documento di richiesta di deroga inviato al Ministero, senza aver ricevuto però alcuna risposta. Così il 16 luglio scorso la richiesta è stata reiterata includendo tra i destinatari anche il Presidente del Consiglio Pais, ma l’esito è stato lo stesso: silenzio.

«Oggi le risposte sono arrivate, non da parte della Regione Sardegna ma dal Ministero e il castello di carte costruito da questa maggioranza acchiappaconsensi è crollato. Se il Comitato Percorso Nascita ha dato parere negativo alla riapertura perché aver inoltrato la domanda a livello nazionale, sapendo che la richiesta andrà incontro a bocciatura certa?».

«Ve lo diciamo noi il perché. Lo scopo è sempre lo stesso: scaricare le colpe della propria incompetenza sul Governo centrale. Intanto, i disagi per i maddalenini restano».

Li Gioi, alla luce di quanto appreso in seguito alle interlocuzioni con il Ministero, ha depositato un’interrogazione per chiedere all’assessore alla Sanità di dire finalmente la verità alla popolazione maddalenina.