• 25 Giugno 2024
  •  

Samugheo, Truzzu sottoscrive il manifesto di Confartigianato Sardegna

Incontro Samughero Truzzu e confartigianato
L’Associazione artigiana ha incontrato ieri il candidato di Centrodestra alla presidenza della Regione per un confronto sui 7 punti cardine del documento.

SAMUGHEO | 8 febbraio 2024. Un sostegno forte e concreto all’artigianato sardo, mettendolo sempre al centro delle politiche di sviluppo della Sardegna e riconoscendo il ruolo dell’imprenditore artigiano, sono stati i cardini dell’incontro che ha visto ieri pomeriggio a Samugheo (OR) dialogare, in vista delle elezioni regionali, il candidato presidente del Centrodestra Paolo Truzzu con Confartigianato Sardegna.

Presenti al confronto i vertici dell’Associazione con in testa il vice presidente regionale, Giacomo Meloni, e il presidente di Confartigianato Oristano, Sandro Paderi, supportati dal segretario regionale, Daniele Serra, e dal segretario provinciale di Oristano, Marco Franceschi, del Sud Sardegna, Pietro Paolo Spada, della Gallura, Federico Fadda, e dal dirigente di Oristano, Antonello Deriu.

L’incontro al Museo dell’Artigianato è stato anche l’occasione per presentare a Truzzu il Manifesto di Confartigianato Sardegna per le prossime elezioni regionali 2024 e chiedere un impegno formale del comparto artigiano attraverso la sottoscrizione del “patto” da onorare nel corso del mandato elettorale. Sette i punti cardine del documento: trasporti e infrastrutture, credito e incentivi, energia, innovazione tecnologica e digitalizzazione, lavoro e formazione, crisi demografica e spopolamento, burocrazia e semplificazione amministrativa. Confartigianato Sardegna ha anche chiesto di essere coinvolta nei processi decisionali e di essere “utilizzata” per la risoluzione dei problemi che interessano il sistema economico sardo, soprattutto per quelli che riguardano le micro, piccole e medie imprese.

Truzzu, impegnandosi a sostenere lo sviluppo del comparto artigiano, ha sottoscritto il “Manifesto” ricordando come le imprese contribuiscano in maniera importante all’attenuazione dei problemi creati dallo spopolamento, soprattutto nelle zone più svantaggiate. Sulle realtà artigiane ha anche voluto sottolineare l’importanza di bandire appalti a basso livello di burocrazia per far arrivare velocemente le risorse alle imprese impegnate nei lavori pubblici.

Nel corso dell’incontro è stato presentato a Polo Truzzu anche il dossier “Intelligenza Artigiana – Il contributo delle imprese artigiane all’economia della Sardegna”, con i dati e i numeri del settore del 2023 realizzato dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Imprese Sardegna. Nell’Isola ci sono infatti 109mila piccole e medie imprese sarde, di cui 34mila artigiane (il 20% di tutte le attività produttive), con quasi 250mila addetti, di cui 90 artigiani; una forza produttrice fondamentale per l’Isola anche in virtù dei 4 miliardi di euro di valore aggiunto, equivalente al 10,6% del totale regionale.

Nei prossimi giorni Confartigianato Sardegna incontrerà gli altri candidati alla presidenza della Regione.

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.