• 17 Gennaio 2021
  •  
Logudorolive

Segnali di distensione tra Anci e assessore Nieddu: pronto un incontro

Segnali di distensione tra Anci e assessore Nieddu. È questa la sensazione che si percepisce dopo l’invito rivolto dall’esponente della Giunta Solinas al presidente dei sindaci Emiliano Deiana per un confronto, venerdì 13 novembre, sull’emergenza Covid-19.

«Il momento che stiamo attraversando richiede impegno e massima responsabilità da parte di tutte le istituzioni. Contro il virus serve un fronte comune, occorrono persone che aiutino a ‘fare’ e non polemiche sterili». Lo ha detto l’assessore regionale per la Sanità Mario Nieddu, che ha rivolto al presidente dell’Anci Sardegna Emiliano Deiana, in rappresentanza dei comuni dell’Isola, l’invito per un confronto sull’emergenza Covid-19 per venerdì 13 novembre.

«La rapida crescita dei contagi – spiega l’assessore Nieddu – ha avuto un forte impatto sul sistema sanitario, creando diverse criticità. La Regione è intervenuta mettendo in campo strumenti importanti per potenziare la nostra capacità di risposta alla pandemia. In particolare, nelle ultime settimane, abbiamo proceduto con l’apertura dei covid-hotel, proseguito con il reclutamento di personale sanitario e rafforzato le strutture deputate al controllo e tracciamento del virus sul territorio, arrivando a impiegare anche i veterinari del servizio pubblico”.

«L’amministrazione regionale è al fianco dei sindaci in una battaglia che riguarda tutti. L’incontro con il presidente dell’associazione dei Comuni sarà un’occasione per fare il punto della situazione, analizzare quanto è stato fatto e si sta facendo, confrontarci sui problemi e trovare iniziative comuni per far fronte all’emergenza», conclude l’assessore Mario Nieddu.

La risposta dell’Anci Sardegna

A stretto giro di posta è arrivata anche la risposta del presidente dell’Anci Emiliano Deiana che in una nota esprime viva «soddisfazione della volontà dell’Assessore alla Sanità di riprendere il dialogo coi comuni in una fase di difficoltà acuta del sistema sanitario».

Segnali di distensione tra l'Anci e l'assessore Nieddu: pronto un incontro

«Venerdì parteciperemo convintamente all’incontro convocato dall’Assessore Nieddu al quale, fin da oggi – precisa Deiana –, chiediamo di convocare un ciclo di incontri coi Presidenti dei Distretti Sanitari e coi Sindaci dei comuni di sede ospedaliera».

«Chiediamo, altresì – continua il Presidente Anci –, di riprendere una convocazione permanente della Conferenza Regione Enti Locali quale sede istituzionale nella quale sviscerare gli argomenti relativi al Covid 19 sia dal punto di vista sanitario che dell’emergenza economico-sociale. Nessuno dei sindaci – mai – ha fatto polemiche sterili, ma ha cercato di indicare problematiche e di prospettare soluzioni».

«Non abbiamo difficoltà a fare “fronte comune” fra le istituzioni regionali poiché – sottolinea –  questo è lo spirito di sempre dei comuni e delle loro associazioni. Il fronte comune però lo si fa sempre, non a fasi alterne e consultando costantemente – nella diversità delle competenze – gli enti locali della Sardegna».

Il presidente Deiana allo stesso tempo ribadisce la richiesta, come più volte richiesta in passato – di un «rafforzamento degli Uffici Igiene, il rafforzamento delle Usca al fine da rendere un’assistenza territoriale più incisiva rispetto alla crisi in atto, una collaborazione positiva coi medici di base e coi pediatri di libera scelta e il reale Cronoprogramma dell’attivazione di tutti i posti autorizzati di terapia intensiva e di attivarne altri di terapia semi-intensiva».

«Infine chiediamo fin da ora di adottare un Piano Straordinario per l’emergenza economica e sociale che integri ciò che si sta prevedendo col “Decreto ristori”», conclude Deana.

Nella foto di copertina l’assessore Mario Nieddu; il presidente di Anci Sardegna Emiliano Deiana

Leggi anche: L’ANCI SCRIVE A SOLINAS: «PREOCCUPATI SULLA TENUTA DEL SISTEMA SANITARIO REGIONALE»

EMERGENZA COVID-19, ANCI SARDEGNA: IL PRESIDENTE DEIANA SCRIVE AL GOVERNATORE SOLINAS