• 16 Luglio 2024
  •  

«Disorganizzazione e aumento delle tariffe allo Zooprofilattico», interrogazione di Cocco e Piu (Alleanza Rosso-Verde)

Daniele Cocco e Antonio Piu
I due Consiglieri pronti a chiedere anche la convocazione della Commissione Sanità e l’audizione del Direttore generale dell’Istituto.

CAGLIARI. «Da diversi mesi gli operatori del settore e i professionisti che si avvalgono dei servizi offerti dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna lamentano una diffusa disorganizzazione nell’erogazione delle prestazioni, con improvvise variazioni delle tariffe, delle modalità e degli orari di apertura all’utenza». Lo denunciano i consiglieri regionali di Alleanza Rosso-Verde Daniele Cocco e Antonio Piu.

«Le criticità nell’organizzazione operativa dell’Istituto – sottolinea Cocco – si ripercuotono anche nel lavoro dei dipendenti che, senza preavviso e indicazioni da parte della direzione, sono costretti a riorganizzare i servizi determinando notevoli disagi all’utenza».

Tra le problematiche evidenziate dagli operatori ci sono anche le variazioni delle tariffe. «Il nuovo tariffario proposto dall’IZS della Sardegna, ed approvato dalla Regione, incrementa notevolmente i costi per le aziende – spiega Antonio Piu – per alcune prestazioni il costo è quadruplicato, mentre altre che prima erano gratuite ora sono a pagamento. L’aumento dei costi per i controlli e l’assenza dei veterinari ARA nelle campagne ha comportato la rinuncia da parte di alcune aziende ai controlli e alle consulenze veterinarie, evidenziato anche dal netto calo delle richieste di prestazioni all’Istituto». 

E ancora. «Le nuove modalità per il conferimento e l’accettazione dei campioni comportano confusione per l’utenza – continuano i due consiglieri –, con fasce orarie incompatibili con le esigenze lavorative dei professionisti che operano nelle aziende e gli stabilimenti di produzione e lavorazione degli alimenti. Le difficoltà da parte delle aziende e dei professionisti ad accedere ai servizi dell’Istituto causano un inevitabile allentamento delle attività di controllo sul territorio, che ci allarma particolarmente perché può comportare un aumento della possibilità di diffusione delle malattie preesistenti ed emergenti».

Vista la situazione, Cocco e Piu hanno pertanto presentato un’Interrogazione urgente rivolta al Presidente della Regione e all’Assessore dell’Igiene e Sanità. «Vogliamo sapere – precisano i due consiglieri di Alleanza Rosso-Verde – quali iniziative pensano di mettere in atto per risolvere le gravi criticità organizzative nell’erogazione dei servizi dell’IZS e quali azioni intendano intraprendere per ridurre i costi che le aziende e gli operatori del settore devono affrontare per accedere ai servizi offerti dall’Istituto».

I due Consiglieri chiederanno inoltre la convocazione urgente della commissione Sanità e l’audizione del direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico.

In copertina: Danile Cocco e Antonio Piu

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.