• 16 Gennaio 2021
  •  
Logudorolive

Senza il rinvio delle votazioni l’Ordine dei Medici di Sassari a rischio commissariamento

Nicola Addis

SASSARI. Il Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Sassari, Nicola Addis, sollecita l’intervento del Governo e della Regione Sardegna perché vengano sospese o rinviate, durante la fase acuta della Pandemia da Covid-19, le votazioni per il rinnovo degli Organi istituzionali dell’Ordine, previste per legge nell’ultimo quadrimestre del 2020.

«Sono estremamente preoccupato per l’evolvere della curva epidemica, che registra ogni giorno dei dati sempre più alti – spiega Addis –. Soprattutto allarma la difficoltà nel tracciamento dei contatti. Questo costituisce l’elemento principale della lotta al Covid-19.

«Il tracciamento è molto difficoltoso in ragione del numero sempre più alto dei positivi al SARS Cov2 – continua il presidente –, molti dei quali asintomatici e trovati positivi durante screening. Dato l’alto numero di questi, diventa poi difficile, a volte impossibile risalire alle persone con le quali hanno avuto un contatto. Questa è per me fonte di grande preoccupazione, soprattutto nel ruolo che ricopro di Presidente di un ente pubblico che si occupa soprattutto di tutela della salute».

«Con i dati di agosto che facevano presagire una recrudescenza della Pandemia – continua ancora Addis –, avevo pensato fosse opportuno svolgere tali votazioni in modalità telematica. Purtroppo tale richiesta, per vari motivi, non è stata accolta, per cui sono stato costretto ad indire le votazioni con la solita modalità “in presenza fisica” che, per i tempi previsti dalla normativa, ricade nel periodo tra la fine di novembre e la seconda settimana di dicembre. Tale periodo, se la curva epidemica non dovesse rallentare, potrebbe coincidere proprio con la fase più acuta, addirittura (con la speranza che non accada) durante un nuovo lockdown».

«Non mi sembra giusto chiedere ai circa 4500 iscritti all’Ordine, tra Medici ed Odontoiatri – sottolinea il Presidente –, impegnati nella lotta al virus di mobilitarsi per partecipare alle Votazioni. Tra l’altro non verrebbe certo favorita la partecipazione dei colleghi della Gallura o di La Maddalena come con la votazioni in modalità telematica».

«Per questo motivo – conclude Nicola Addis – ho deciso di scrivere al Governo ed alla Regione Sardegna, in quanto un loro provvedimento giustificherebbe un eventuale sospensione e rinvio delle votazioni, senza esporre l’Ordine ad un commissariamento se l’adempimento di rinnovo degli Organi elettivi non si compisse entro il 31 di dicembre».