• 19 Ottobre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani: è il giorno del Festival del P.s.a. abbinato al 94° Derby sardo e al 45° Criterium

CHILIVANI. 19 settembre 2020. Per il terzo anno consecutivo l’Ippodromo di Chilivani sarà teatro dell’“H.H. Sheikh Mansoor Bin Zayed Al Nayan Global Arabian Horse Festival” con l’importante Listed per i purosangue arabi, abbinata al 94° Derby sardo e al 45° Criterium sardo. Un avvenimento che richiamerà un gran numero di appassionati, purtroppo limitati ad un migliaio. Si inizierà alle 16,00 con il Premio ANACAD Memorial Gen. Giovanni Baroncelli, vincitore del primo Derby sardo in sella a Cerva de Ozieri, che alla sua morte lasciò un legato affinché gli si intestasse una corsa nel giorno del Derby! Fra i soggetti anglo arabi a fondo inglese che verificano la forma in vista del Gran Premio sardo, appaiono in grado di disputare l’arrivo Bainza di Montalbo, Bimba de Bonorva e Bienvenue Flambeau, senza trascurare il combattivo Battor Moros. La corsa a reclamare Pr. Assegnatari Associati Arborea per i purosangue di 4 anni ed oltre, potrebbe essere alla portata di Mastra de Iscola, Red Cross o Nilasi, ma certamente Bello di Toni potrà dire la sua insieme a Via col Vento. Il Premio Wathba Stallions Summer Cup per i purosangue arabi di tre anni, appare alla portata di Belshatsar sia per le origini (Dahess) e gli ottimi piazzamenti a Merano e a Firenze, sia per la monta di Antonio Fresu e il training Botti. Possibili alternative Ballad e Brama.  Il 45° Criterium sardo per i purosangue di due anni mette a confronto i migliori puledri debuttanti nell’annata che si sono particolarmente distinti. Il riferimento al Criterium Turritano disputato a Sassari poco più di due mesi fa, appare più che mai valido perché la vincitrice ed imbattuta in tre corse, Cala Ginepro torna in pista fresca e pronta a ripetere l’impresa. Principe di Toni secondo arrivato, recente vincitore a Chilivani, cercherà di dimostrare il suo valore mentre si attende un riscatto da Sa Pala Umbrossa. Sin qui l’esame del pregresso, ma nel frattempo sono emersi nuovi protagonisti targati Scuderia San Giuliano che si schierano in tre Daori, Bora e Memo de l’Alguer tutti in grado di lottare per le prime piazze. Memo in particolare ha impressionato nella sua ultima uscita vincente di 10 lunghezze sulla compagna Bora ed è attesa ad una conferma. La corsa di centro Sheikh Zayed Bin Sultan Al Nayan Cup, Listed di selezione, per i puro sangue arabi di 4 anni ed oltre sulla distanza classica dei 2400 metri, è sicuramente nel mirino di Ramiz Al Aziz di Manuela Daverio presentato dal binomio Endo Botti-Antonio Fresu, in virtù della chiara vittoria a Merano due mesi fa e della buona carriera. Ma sono attesi anche Antares del Ma e Zoe di Gallura protagonisti di un recente combattuto arrivo nell’ordine.  Infine si disputerà il 94° Derby sardo, la corsa mitica che vide la luce insieme all’inaugurazione della pista di Chilivani, il 27 maggio 1921. La voglia di esserci per tentare di realizzare un sogno, allinea alla partenza anche qualche soggetto che – sinora – non ha ottenuto grandi risultati, ma non mancano i soggetti che, a buon titolo, sperano di aggiudicarsi la prestigiosa classica. Batman (Rialto ed Erica de Pedra Ulpu) in virtù della vittoria, ottenuta per dispersione su Balente Bonorvesu nell’internazionale del 5 settembre, appare nettamente favorito ed è atteso ad una conferma del suo valore. Oltre a Balente Bonorvesu potrebbero contrastarlo Brunilde, Baldo Boy, Birba CPS e Bella Chidera. L’Ingresso, sino ad un massimo di 1000 persone, è consentito nella fascia oraria dalle 14,15 alle 15,45 sempre con mascherina e modulo compilato con i dati personali.

Diego Satta

Nella foto: Batman con Gavino Sanna dopo la vittoria nel Premio On. Nico Mundula