• 23 Febbraio 2024
  •  

Eradicazione Peste suina, Daniele Cocco: «Si revochino le restrizioni in tutta la Sardegna»

Peste suina maiali
Presentata dal Consigliere regionale un’interrogazione al presidente della Regione Christian Solinas e all’assessore dell’Igiene e Sanità Carlo Doria affinché intervengano presso il Governo. Cocco chiede inoltre che venga ritirato il decreto che trasferisce le competenze per l’emanazione delle Ordinanze urgenti per il controllo delle malattie degli animali, dalla Regione ai Servizi veterinari delle Asl e ai Sindaci.

CAGLIARI. «Eliminare in tutti i territori della Sardegna le restrizioni imposte per il contrasto alla diffusione della Peste suina africana (Psa)». È quanto chiede il consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Sanità Daniele Cocco, che oggi ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione Christian Solinas e all’assessore dell’Igiene e Sanità Carlo Doria affinché intervengano in tale direzione presso il Governo.

«La presenza della Peste suina africana – spiega Cocco – impedisce il libero scambio in ambito comunitario e internazionale dei suini nati e allevati in Sardegna e dei prodotti da essi ottenuti, determinando ingenti danni all’economia regionale. La situazione epidemiologica della Psa nell’Isola in questi ultimi anni è però fortemente migliorata con l’eradicazione completa della malattia nell’intero territorio. Il recente Regolamento di esecuzione (UE) 2022/2486 ha previsto la zonizzazione della regione, riclassificando gran parte della sua estensione come libero da Psa e per la restante parte suddiviso in zone a restrizione progressiva denominate I, II, e III».

Una decisione questa che va però a penalizzare ancora una volta i territori dell’interno e del centro Sardegna, «che paradossalmente – sottolinea Cocco –, sono proprio quelli che in quest’ultimo decennio hanno subito le maggiori restrizioni e i maggiori danni economici».

Daniele Cocco

«Nonostante non si registrino da anni casi di contagio della Psa nei suini allevati o bradi, le aziende isolane continuano a subire forti limitazioni, una situazione che non può più essere tollerata. Gli operatori del settore per poter lavorare ed investire nel mercato extraregionale – conclude il Consigliere – hanno bisogno di certezze da parte della Regione, specialmente in questo periodo in cui i costi di produzione, trasformazione, trasporto e commercializzazione dei prodotti agroalimentari sono in continuo aumento».

Pertanto con l’Interrogazione Cocco chiede al presidente Solinas e all’assessore Doria di assumere tutte le iniziative necessarie nei confronti del Governo affinché si proceda nel più breve tempo possibile alla revoca nel territorio regionale delle zone II e alla drastica riduzione delle zone III. Ed, inoltre, che sia immediatamente ritirato decreto n. 6 dell’8 febbraio 2023, che trasferisce le competenze per l’emanazione delle Ordinanze contingibili e urgenti per il controllo delle malattie degli animali, dalla Regione ai Servizi veterinari delle Asl e ai Sindaci, in quanto aggravando fortemente la responsabilità, la sicurezza e l’incolumità degli amministratori locali e dei veterinari.

Grazia Niedda 1

Leggi le altre notizie su Logudorolive.it

Agenzia Funebre Franco Mu

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Logudorolive nella tua casella di posta, inserisci il tuo indirizzo e-mail nel campo sottostante.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.