• 29 Novembre 2021
  •  

Ippodromo di Chilivani, programma corse di sabato 25 settembre

La stagione di galoppo si conclude con le ultime classiche.


Ippodromo di Chilivani. Non si è ancora spenta l’eco della prestigiosa vittoria di Thunderman della Scuderia Il Giglio sardo nel Premio Federico Tesio corso alle Capannelle domenica scorsa, ragion per cui l’ippica sarda rende corale omaggio alla intraprendenza delle famiglie Biccai-Forma che hanno scelto la qualità per competere ai massimi livelli. E intanto, sabato 25 settembre si giunge alla conclusione della stagione ippica di Chilivani che è stata  lunga e interessante, piena di risultati tecnico-spettacolari di grande significato.

Il convegno avrà inizio alle 15.05 con la reclamare Premio Vermentino Blu, per anglo arabi a fondo arabo sulla distanza dei 1600 metri. Canarinu e Cuscyaru, strabattuti nel Derby di una settimana fa, trovano categoria inferiore nella quale dovrebbero essere protagonisti, mentre Chiocciola sembra un tantino preferibile. Cadonald de Mores non è da trascurare e sarà della partita.

Alla seconda si corre l’Omnium, condizionata per gli anglo arabi sulla distanza selettiva dei 2600 metri nella quale la forma e i risultati recenti indicano come primo favorito Aster che dovrà vedersela con Aquila de Aighenta, Artigiano e Bolero de Florinas. Bobborino, soggetto a fondo arabo, nonostante il discarico di 5 kg. ha compito difficile ma non impossibile.

Il Derby del puro sangue arabo appare piuttosto complicato non manifestandosi un favorito netto. Le preferenza vanno comunque a Cribbio di Gallura e Canio, ma attenzione a Cleopatra Nulese recente brillante vincitrice Chilavert e Chalifa dovranno dimostrare che valgono la categoria.

Alla quarta l’atteso Gran Premio sardo per gli anglo arabi a fondo inglese, sponsorizzato dalla cantina di S. Maria La Palma. La corsa appare di difficile interpretazione mancando un netto favorito. Certo Cleopatra de Mores, recente vincitrice a Firenze del Derby italiano del mezzosangue, appare il soggetto più in forma ma una rondine non fa primavera e i vari Chopin, Corea de Sedini, Carakas e Capriolo de Bonorva scenderanno in campo con la giusta determinazione per giocarsela sino in fondo.

Altra corsa storicizzata è il 46° Gran Premio Regione sarda, per purosangue di tre anni ed oltre, sulla distanza classica di 2400 metri. La Scuderia San Giuliano schiera i due fratelli pieni Baroc e Bunora de l’Alguer, quest’ultima in poole position per il successo pieno. Sarà in campo anche Patita de l’Alguer. La Base, Lawlors e Angel You sono le alternative mentre Neverendinglove appare estremo outsider.

Per concludere il Premio Cagnulari S. Maria La Palma, per purosangue di tre anni,1600 metri, sembra poter essere alla portata di Gribu de l’Alguer cui si opporranno Rombo de Aighenta e No To You. Braccialetto, Piattu Oro e Pulsing Heart possono inserirsi.

L’accesso all’ippodromo di Chilivani è consentito nel limite di 1000 posti nel rispetto della normativa anti Covid (Green Pass o documento equipollente).

Diego Satta

Scarica il programma

In copertina: cavalli in pista a Chilivani (foto Diego Satta)

Ottica Muscas